Tweakness.net
a- a+

Sitemaps diventa una standard per l'indicizzazione su Google, Yahoo e Msn

Google, Yahoo! e Microsoft si sono accordati per promuovereil supporto del protocollo Sitemaps 0.90, in quella cherappresenta la prima iniziativa congiunta e"aperta" tra i principali provider del settore peril miglioramento del processo di Web crawling dei motori diricerca, lo ha annunciato ufficialmente Google in un comunicato stampa rilasciato poche orefa. Insieme, le tre aziende collaboreranno allo sviluppo ealla promozione del protocollo Sitemaps, curando il progettotramite un sito web gestito congiuntamente, www.sitemaps.org.

Sitemaps 0.90, si basa sulla release 0.84, introdotta daGoogle a Giugno del 2005. Il protocollo consente di indicareai motori di ricerca gli URL dei siti Web disponibili per lascansione, svolgendo la funzione di guida (marker) perl'indicizzazione. Più semplicemente, una sitemap,che utilizza un Protocollo Sitemaps, è un file XML cheelenca gli URL di un sito e permette ai webmaster di renderei loro contenuti maggiormente "search enginefriendly". Il protocollo è altamente adattabilein modo da poter gestire siti di qualsiasi dimensione econsente inoltre di includere informazioni aggiuntive(metadata) su ogni URL (data dell'ultimo aggiornamento,frequenza delle modifiche, importanza in relazione ad altriURL del sito) in modo che i motori di ricerca possanoeseguire la scansione del sito in modo "piùintelligente". Le sitemap sono particolarmente utiliquando gli utenti non sono in grado di visualizzare tutte learee del sito Web tramite un'interfaccia navigabile, adesempio, per un sito in cui è possibile accedere adeterminate pagine solo tramite moduli di ricerca.

Il Protocollo Sitemaps si integra (non si sostituisce) aimeccanismi basati sulla scansione (crawling) utilizzati daimotori di ricerca per indicizzare gli URL dei siti. Questaintegrazione rappresenta un potenziamento dellecapacità stesse di crawling e permette, ai webmaster,di elencare tutte le pagine web del propri sito, migliorandola completezza, e di notificare ai motori le modifiche aicontenuti e le nuove pagine, migliorando la consistenza deglistessi, e nel contempo, ai motori, di identificare le pagineche non hanno subito modifiche, evitando scansioni inutili erisparmiando banda. Grazie all'accordo raggiunto dai trecolossi su Sitemaps, tutti i webmaster potranno inviareuniversalmente i loro contenuti ai motori compatibili inmaniera uniforme. L'utilizzo di questo protocollo nongarantirà tuttavia l'inserimento delle pagine Webnegli indici di ricerca e sopratutto non influirà sulrank delle pagine all'interno del motore.

Si tratta di una tecnologia "win-win" , che offrecioè benefici a tutte le parti coinvolte. Ai vantaggiper i webmaster, che hanno a disposizione un metodo facile egratuito per guidare l'indicizzazione delle propriepagine web sui motori, ottimizzando verosimilmente anche ilvolume di accessi, si aggiungono i benefici per gli utentiinternet che possono godere di risultati di ricercapiù aggiornati e di maggior qualità, aspetti dicui si avvantaggia anche il marketing stesso dei motori diricerca. Sitemap 0.90 viene regolato, così comeaccadeva per Sitemap 0.84, dal contratto di licenzaAttribution-ShareAlike Creative Commons License. La home delprogetto include informazioni ed una FAQdettagliata sul protocollo, mentre una documentazione initaliano è disponibile sul sito "Strumenti per iwebmaster" di Google.

Sul blog ufficiale di Live Search, Ken Moss,General Manager di Microsoft, ribadisce il pieno supporto delcolosso di Redmond per questo tipo di iniziativa dicollaborazione destinata a portare beneficiall'esperienza di ricerca di tutti i clienti. Microsoftha già iniziato la fase alpha di testingdell'implementazione di Sitemap nel suo motore di ricercae prevede di fornire pieno supporto per il protocollo nelcorso del 2007.

 



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia