Pierluigi Emmulo
a- a+

Windows 7: prova del nuovo sistema operativo Microsoft. Le prime impressioni, le novità e caratteristiche salienti del test fatto

Potrebbe arrivare a gennaio la prima versione beta diWindows 7, il sistema operativo destinato asostituire Windows Vista, che dovrebbe essere resodisponibile per il mercato nel corso dei primi mesi del 2010.Ray Ozzie, chief software architect di Microsoft, avevapresentato ufficialmente a fine ottobre la pre-beta di Windows 7, nel corso della DevelopersConference 2008. Come rivela Keith Comb suTechnet e come conferma anche Redmond sul sito ufficialedelle Microsoft Developer Conference, ci si potràiscrivere a una delle conferenze e ottenere un DVD conl’edizione di prova di windows 7.

Intanto sono state distribuite alcune versioni pre-beta delsoftware di sistema, che hanno permesso di effettuare unaserie di test utili per capire le novità e lecaratteristiche del nuovo sistema operativo, anche seovviamente non sono ancora possibili valutazioni definitive.

Iniziamo dalla taskbar. Quandol’utente lascia il cursore del mouse per qualcheistante sul segnalibro dell’applicazione aperta nellataskbar, Windows 7 apre le miniature di tutte le istanzedell’applicazione stessa, mentre in Windows Vistaappare solo una miniatura. Inoltre le diverse icone mostrateconsentono di ridurre e di allargare la finestra, di avviareuna nuova istanza del programma scelto e, nel caso diInternet Explorer, di accedere alla cronologia. Altranovità, la presenza di un rettangolo, nella partedestra della taskbar, che consente di nascondere (eripristinare) le finestre. Windows 7, inoltre, è ingrado di identificare le icone meno utilizzate che appaiononell’area di notifica e di posizionarle in un boxdedicato. Come per Windows Vista, l’utente puòscegliere quali icone visualizzare o nascondere.

Sia il menu «Avvio» che il desktop appaionosostanzialmente identici a quelli di Windows Vista. Come anticipato, però, la Windows Sidebar èstata rimossa e in Windows 7 i gadgetappaiono direttamente a schermo. Inoltre, la gestione dellefinestre è stata resa semi-automatica, semplificandole funzioni di ingrandimento, ripristino e ridimensionamento:per esempio, basta trascinare la barra del titolo di unafinestra in varie parti dello schermo per modificareautomaticamente il dimensionamento della finestra stessa. Etornano i Temi, per customizzare i bordi delle finestre, glisfondi, i suoni e gli screensaver.

Se con Windows Vista Microsoft si era affidato allecartelle virtuali, con Windows 7 sipropongono invece le librerie. Si tratta di unafunzionalità che consente di accedere direttamente aifile della stessa tipologia, anche se si trovano in diverseposizioni. Cinque le librerie di default: Documenti, Video,Musica, Foto e Download. L’utente puòaggiungerne altre.

Parliamo ora della funzionalitàHomeGroup, il sistema semplificato perl’home networking introdotto da Microsoft in Windows 7.Una procedura guidata aiuta l’utente a configurare larete, a scegliere le librerie da condividere e a creare unHomeGorup per comunicare con gli altri computer collegati. Inparticolare, il «Network and SharingCenter» include 4 link ad azioni comuni alposto della lunga lista di opzioni presente su Windows Vista.Windows 7, inoltre, consente di creare un account sul qualeattivare la nuova funzione PC Safeguard.Quando l’utente che utilizza quell’accounteffettua il log off, la funzione rimuove i cambiamenti e ifile salvati nel computer. PC Safeguard, quindi, sembracreata per prevenire eventuali cambiamenti pericolosi (ocomunque non voluti) operati da altri utenti che utilizzanoil PC, benché sia una funzione ancora perfettibile.

Migliorate anche le impostazionidell’UAC (User Account Control),giudicate dagli utenti di Windows Vista troppo invasive. Orasi può impostare l’UAC per applicazione elivello di accesso. Quattro i livelli predefiniti: nessunanotifica, notifica solo quando un’applicazione cerca dimodificare il sistema, tutte le notifiche, tutte le notifichee attesa di una risposta dall’utente.

Si può anche cifrare una chiavetta USB conBitLocker: basta selezionare l’opzionein «Esplora Risorse», scegliere il metodo dicodifica e conferma l’azione. Unica nota negativa:l’uso di BitLocker per i dispositivi di memoriarimuovibili sembra riservato solo a Windows 7 e noncompatibile con gli altri sistemi.

I test sulla leggerezza di Windows 7 per come si presenta inquesta versione pre-beta hanno portato a valutazionipositive: rispetto a Vista è molto più agile el’installazione su un PC non particolarmente velocerichiede un tempo di poco superiore alla mezz’ora,mentre l’avvio del sistema operativo si effettua inmeno di un minuto.

Ricordiamo, infine, che in Windows 7 saranno integrate due tecnologie dedicate ai giochi e alle applicazioni 3D:Direct3D 10 Level 9 e Direct3DWARP10.



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia