Come formattare correttamente il disco rigido

Formattare... non è poi cosìdifficile

Rispondo ad una questione molto frequente. Seppure io dia perscontata la procedura da eseguire per la formattazione deldisco rigido, a quanto pare per molti non ècosì, quindi verrò loro incontro attraversoquesto piccolo tutor.

I motivi per cui spesso si rende necessaria la formattazionedel disco rigido o partizione ospitante il sistemaoperativo ed i programmi, sono molteplici: dal mancato edirrecuperabile avvio di Windows alla più semplicenecessità di rendere più fluido e pulito unsistema operativo oramai troppo datato e pieno di libreriedll inutili, chiavi di registro scollegate, modifiche disistema troppo radicali ecc.

Devo confessare che eseguo questa operazione periodicamente esistematicamente, poichè detesto il disordine, siasulla scrivania che, figuriamoci, nel mio computer (ancheperchè testare programmi beta non è operazionescevra da pericoli) e, nonostante quello che si puòpensare, con i programmi giusti - vedi Drive Image di PowerQuest (di recente acquisito da Symantec), Ghost dellaSymantec, Acronis True Image ed altri - questa routine nonimpegna più di dieci minuti. Il guadagno èsicuro! In effetti i tools sopra menzionati si occupano nonsolo del ripristino del sistema Windows (o altro - in quantofotografa i cluster e non copia i files), ma formattaautomaticamente l'hard disk, prima di ricostruirel'intera superficie del disco da un file immagine creatoprecedentemente.

Dunque, se non si ha Drive Image o simili, come si procedeper formattare il disco rigido e prepararlo ad accogliere ifile di sistema ed il sistema operativo completo?

Necessariamente abbiamo bisogno innanzitutto di un disco,detto "di ripristino o "di avvio". E'indifferente se utizziamo Windows 98 o Millennium o gli OSbasati su kernel NT. Windows 2000/XP/2003 permettono,direttamente durante la fase di inizializazione del setup daCD-Rom, di eseguire diverse operazioni sui volumi presentisulla macchina, ivi compresa, come ovvio, la formattazione(in FAT32 o NTFS), ma non vi sarà possibile copiare ifile di sistema DOS; di conseguenza non potrete abilitare unOSalternativo per la manutenzione del PC. E'per questo motivo che preferisco formattare sempre con lavecchia metodolgia DOS.

Procedura:

Utilizzando Windows 98/ME, andate nel Pannello di controllo,cliccate sull'icona "Installazioneapplicazioni" , quindi su "Disco diripristino". Windows si occuperà di copiare ifiles su di un floppy disk preventivamente formattato. A talproposito vi consiglio di creare questo dischetto a scopopreventivo.

Utilizzando Windows XP, sarà sufficiente posizionarsisull'icona del floppy disk e, da tasto destro,selezionare la voce "Formatta" e dalla finestra didialogo "Copia file di sistema". Il disco creatosarà identico a quello generato da un OS WindowsMillennium.

Avviate il sistema con il disco di avvio appena creato ed alprompt di MS-DOS avrete, alla fine della fase di caricamentodel disco floppy, la seguente schermata:

a:>

A questo punto digitate quanto segue:

Format C:/S      

(il comando "S" Copia i file di sistema in usoIO.SYS, MSDOS.SYS e COMMAND.COM
    dall'unita' disco di avvio delsistema. Se FORMAT non riesce a trovare
    i file di sistema in uso, richiedel'inserimento di un disco di
    sistema adeguato)

Dovrete confermare l'operazione richiesta...

Rispondere sì (S) e l'hard disk (o partizione)verrà formattato.

Una volta terminata l'operazione vi verràrichiesto di dare una "etichetta"...ad esempio:"Win_XP".

Fatto, non vi resta che reinstallare Windows...

Rosario Marcianò



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia