La tua Radio su Internet

Sino ad ora i navigatori di Internet potevano ascoltare lamusica dal web, oggi possono trasformare il loro PC in unaNet-Radio !

Chissà quanti hanno pensato di diventare dei DJ oppuredi avere una stazione radio, ma tra il dire ed ilfare….

Oggi non è più un utopia, infatti la Nullsoftha creato Shoutcast, che permetterà anche ai comunimortali di diventare dei divi radiofonici, anche se questavolta le celebri onde scoperte da Marconi nonc’entrano, ma al loro posto ci sono i cavi della reteInternet.

Tutti conoscono l’ormai famoso formato MP3, divenutotale grazie alla sua ottima resa audio ed al poco spazio chei file occupano, così da poter inserire in un solo cdmolti LP

normali, esso nasce sulla rete e per la rete Internet,così da poter sostituire il RealAudio costoso e nonbellissimo come qualità sonora, per questo motivo laNullsoft stessa casa software distributrice del WinAmp (ilpiù diffuso lettore MP3) ha lanciato lo ShoutCastServer, ossia un server che permette la trasmissione dei fileMP3 (e non solo) oppure di un flusso "Live" ,cioè dal vivo, di musica o voce che èdirettamente letta dal WinAmp inviata tramite il PlugIn LiveInput, e poi trasmessa dal WinAmp verso il server attraversoil secondo plugin, ossia il DSP Plugin. A questo punto ilserver ShoutCast può mandare i dati allo ShoutCastRelay Server oppure al ShoutCast Server Directory,l’utente finale deve soltanto avere istallato un clientShoutcast compatibile del tipo WinAmp, lanciarlo e scegliereil Play Location (CTRL+L) quindi digitare l’indirizzodel server Shoutcast a cui connettersi per ricevere il flussomusicale.

Ma analizziamo nel dettaglio ciò che serve per farpartire il tutto:



  1. Un Pc che funga da server (su Internet o su Intranet)

  2. Il WinAmp

  3. Lo ShoutCast server

  4. Due plug-in per il WinAmp e cioè il DSP ShoutCast server Plug-in e il Live Input plug-in.

     

Totale: 67Kb zippati di software tutto freeware, ossiagratis, per chi ha scopi non commerciali, altrimenticosterebbe solo 299 dollari.

Inoltre ci sono due file da scaricare dalla rete un po’più "pesanti" , uno è il WindowsMedia Audio Codec per Windows 95 (584Kb) utile perleggere i file mp3 e l’altro è il Netshow (4 Mb)di Microsoft che installa il Fraunhofer IIS Mpeg Layer-3Codec, utile per usare l’invio di dati tramiteWinAmp allo Shoutcast Server, tutti scaricabili dal sitohttp://www.shoutcast.com/download, ma se qualcunoc’è l’ha già istallati non ne habisogno.

La fase operativa.

Scompattiamo il file dello Shoutcast server nella directory(o cartella) c:Shoutcast (consigliabile), e questo ètutto ciò che serve per istallare il programma,dopodiché clicchiamno due volte sul filesc_serv.exe a questo punto vi si apre unafinestra di dilogo come in figura 1:

Figura 1

Dal menù del server potete scegliere solo pochefunzioni:



  1. Kill Server per disattivare il server

  2. Hide Monitor per nascondere la finestra nel tray di Windows (l’angolino dove c’è l’orologio)

  3. Edit Log per dare un occhiata al log file, cioè il file che tiene traccia dei "movimenti" effettuati sul server (utenti connessi, azioni compiute, ecc.)

  4. Edit Config questo è la voce di menù più importante perché da qui si possono configurare dei parametri del server abbastanza importanti, ma se non lo si tocca tutto funzionerà comunque egregiamente.

Adesso è ora di lanciare il WinAmp, dopo averdecompresso i due plug-in nella sottocartella c:programfileswinampplugins, vedrete che vi apparirà unafinestra di dialogo come in figura 2

Figura 2

Dalla quale, premendo il tasto CONNECT, è possibileconnettere il vostro client WinAmp allo ShoutCast server,quindi se aprite un file Midi o MP3 o anche Wav e poicliccate su Connect il WinAmp comincerà a trasmetterloallo ShoutCast che a sua volta potrebbe trasmetterlo ad altriShoutCast server, esistenti sulla rete, andando inmodalità Relay server, insomma creando un broadcastcome per le radio nazionali che hanno i ripetitori in tuttaItalia ma trasmettono da una sola città.

Nel nostro caso non ci interessa quest’ultimasoluzione, ma vogliamo essere solo noi a trasmettere dalnostro indirizzo.

Nella simulazione utilizzata per scrivere questo articolo ilserver è istallato sull’IP 127.0.0.1 porta 8000(si può configurare dal tasto SET, vedi fig. 2),quindi se lanciamo un browser e ci colleghiamoall’indirizzo sul quale agisce lo ShoutCast server,otterremo un pagina come in figura 3

Figura 3

Da questa pagina cliccando su "Click here tolisten" , ascolteremo quello che stiamo trasmettendotramite il WinAmp, quindi sia musica che voce, inoltre sipuò amministrare in remoto il nostro server infatti,è possibile anche raggiungere (inserendo lapassword:"changeme" , cambiabile dal menùEdit Config dello Shoutcast), altre pagine per visionare lestatistiche e i log del server.

In definitiva se vogliamo trasmettere musica basta aprire ifile musicali col WinAmp, se invece vogliamo trasmettere vocebasta cliccare su Play Location (CTRL+L) e scrivere:"linerec://" , a questo punto se avete ilmicrofono collegato alla scheda audio potete cominciare aparlare proprio come dei veri speakers radiofonici.

Insomma creando una Playlist (scaletta) di brani musicali einserendosi con la voce tra di essi ecco che viene su unabella radio libera…ah dimenticavo volendo si possonoinserire anche dei gingles in formato MP3, Wav, Midi, ecc..

Entriamo nel file Sc_serv.ini (Edit ConfigMenù)

Come abbiamo accennato prima, cliccando sul menù EditConfig dello ShoutCast server, possiamo configurare alcuniparametri come, il Nome della nostra radio, l’IP dellasorgente, l’IP destinazione, il file Intro.mp3 da usarecome gingle di presentazione della radio, il numero massimodi utenti che possono connettersi, ecc.

L’Edit Config non fa altro che aprire il fileSc_serv.ini col blocco note di Windows, quindi il tutto siriduce a modificare un file di testo che è moltocommentato e quindi facile da capire, l’importanteè conoscere l’inglese.

Chiaramente anche il WinAmp deve essere configuratocoerentemente con le configurazioni dello ShoutCast, infattise abbiamo impostato, nel file Sc_serv.ini, che l’IPdella sorgente sia il 127.0.0.1, esso deve essere impostatouguale anche nel WinAmp premendo il tasto SET (vedi figura 2)della finestra di dialogo "Shoutcast Source.

Tirando le somme il bello di ShoutCast è rappresentatodalla sua abilità di distribuire gli"Stream" (i flussi di dati, la musica insomma),attraverso altri Shoutcast server e di permetterel’integrazione automatica (opzionabile tramitecheckbox, dalla configurazione del WinAmp, sempre usando iltasto SET) nella SHOUTcast directory

Presso l’indirizzo: http://yp.shoutcast.com esponendoal mondo intero l’indirizzo della nostra stazioneradio, raggiungibile con un click.

Un po’ di tecnica:

Nonostante quasi tutti gli utenti di Internet abbiano modemda 33.6Kbps in su è consigliabile trasmettere uno"streaming" di dati da 24Kbps per una seriedi ragioni di congestione della rete Internet, chedifficilmente eroga flussi di dati alle stessevelocità dei modem, così si evitano problemi diinterruzione del flusso musicale.

Lo Shoutcast consuma poca CPU, appena 2Mb di memoria edè multi-threading, però se ci sono molti utentipotrebbe ingolfare il server, quindi ecco un semplice calcoloche permette di capire a quanti utenti contemporaneamentedeve esser data la possibilità di usare lo Shoutcast(sempre usando l’Edit Config menù):

Supponiamo di avere una banda da 64Kbps, la formula èquesta:

(64Kbps * 0,9)/24Kbps = 2,4 utenti contemporaneamente,ciò significa che o aumentiamo la banda o diminuiamola velocità dello streaming a 16Kbps per esempio.

Notizie Interessanti

"Le persone stanno usando lo ShoutCast server da tuttoil mondo" – dice Rob Lord direttore dellestrategie online per la ShoutCast e creatore della Nullsoftdi Sedona in Arizona. Attualmente ci sono più di milleShoutcasters.

I siti dai quali approvvigionarsi di tutto, files einformazioni, sono: http://www.winamp.com, http://www.shoutcast.com e per ascoltarealcune delle radio online : http://yp.shoutcast.com .

Insomma il bello è che con pochi download (il server equalche plugin) si è in grado di far partire unastazione radio, dove i dj e gli speakers continueranno adusare il microfono e le cuffie solo che questa volta sarannoattaccate ad una scheda audio per PC.

Lo ShoutCast server e tutto il resto è disponibileanche per altre piattaforme come: Linux, Unix, BeOS, Mac,ecc.

 



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia