Variabili

Ruby ha tre tpi di variabili , un tipo di costantiedesattamente due pseudo variabili. Le variabili e lecostantinon hanno tipo. Mentre le variabili non tipizzatehanno alcuni svantaggi, esse hanno molti grandi vantaggi e siintegrano bene con la filosofia facile e veloce diruby.

Le variabili devono essere dichiarate nrella maggior partedie linguaggi per specificare il loro tipo, lamodificabilità (ad.es., se sono costanti), ed il lorocampo di validità; ppoichè il tio non èun problema, ed il resto è evidente dal nome dellavariabilecome vedrete tra pocoas , non abbiamo bisogno didichiarare le variabili in ruby.

Il primo carattere di un identificatore la caratterizzaall'istante:

$ variabile globale
@ variabile d'istanza
[a-z] or _ variabile locale
[A-Z] costante

 

Le sole eccezioni a tutto questo sono le pseudo variabili diruby: self, che si riferisce sempreall'oggetto attualmente in esecuzione, enil, che è il valore senza significatoassegnato alle variabili non inizializzate. Entrambe sichiamano come variabili locali, ma self èun variabile globale mantenuta dall'interprete, enil è effettivamente una costante.Poiché queste sono le sole due eccezioni, nonconfondono troppo le cose.

Non potete assegnare valori a self o anil. main, come un valore diself, si riferisce all'oggetto del livellopiù alto:

ruby> self   mainruby> nil   nil



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia