Terrazze e giardini: come scegliere il giusto riscaldatore esterno

Con l'arrivo delle stagioni pił fresche, la questione di come riscaldare efficacemente gli spazi esterni diventa centrale per tutti coloro che desiderano godersi il proprio giardino o terrazzo senza soffrire il freddo.

Terrazze e giardini: come scegliere il g
Valentina Costantino 

Con l'arrivo delle stagioni più fresche, la questione di come riscaldare efficacemente gli spazi esterni diventa centrale per tutti coloro che desiderano godersi il proprio giardino o terrazzo senza soffrire il freddo. La scelta di un riscaldatore esterno adatto è fondamentale per trasformare questi spazi in angoli accoglienti e confortevoli. Ecco alcuni consigli su come trovare il modello più adatto alle vostre esigenze.

Dimensioni e tipologia dell'area esterna

Prima di tutto, è necessario considerare le dimensioni e la tipologia dell'area da riscaldare. Un giardino ampio richiederà, ad esempio, un sistema di riscaldamento diverso rispetto a una terrazza più raccolta. Ecco perché è essenziale valutare attentamente il volume dell'ambiente e scegliere un riscaldatore dalla potenza adeguata.

Tipi di riscaldatori esterni

  • Fungo a gas: popolare per la sua capacità di riscaldamento e la facilità di spostamento.
  • Stufa elettrica da esterno: ideale per spazi più piccoli, dove è richiesta meno potenza.
  • Riscaldatori a infrarossi: efficienza energetica e riscaldamento direzionale sono i loro punti di forza.
  • Brasero: oltre a riscaldare, aggiunge un tocco di atmosfera grazie alla fiamma visibile.

Valutare con attenzione la posizione di installazione e la presenza di prese elettriche o di una fornitura di gas è importante prima di effettuare un acquisto.

Aspetti da considerare

Oltre alle caratteristiche tecniche, è opportuno riflettere anche sugli aspetti estetici e sulla sicurezza. Verificate che il design sia in linea con lo stile del vostro spazio esterno e che il riscaldatore possegga tutti i requisiti di sicurezza necessari, soprattutto se avete bambini o animali.

Ricordatevi di controllare la facilità di manutenzione e le certificazioni energetiche che possono incidere non poco sull'impatto ambientale e sui costi di gestione del dispositivo.

Un occhio al portafoglio

Infine, un fattore non trascurabile è il costo iniziale e quello di esercizio del riscaldatore. Non sempre il modello più economico risulterà vantaggioso nel lungo periodo, soprattutto se i consumi sono elevati. Un'analisi approfondita dei costi di utilizzo vi permetterà di fare una scelta oculata, rispettando il vostro budget. Una decisione ponderata garantirà non solo il confort desiderato ma anche un sensibile risparmio energetico ed economico nel tempo.