Schermi computer e televisori per film e videogiochi in 3D. Occhialini nVidia e novità al CES 2009.

Le nuove soluzioni tecnologiche per l'esperienza del 3D al CES di Las Vegas 2009.

 

Le aziende produttrici che operano nell’ambito dell’informatica e degli apparecchi televisivi hanno da anni un obiettivo che potrebbe concretizzarsi nel corso del 2009: portare l’esperienza del 3D nella case di tutti e consentire ai consumatori di godere della visualizzazione tridimensionale durante la visione di film, eventi sportivi, spettacoli, videogame. Che questa sia la tendenza lo si capisce anche dall’attenzione riservata al mondo del 3D al CES di Las Vegas, dove diverse aziende, fra le quali Panasonic e Samsung, hanno presentato i primi televisori e i primi apparecchi per la visione 3D.

A credere molto nello sviluppo e nella diffusione del 3D è nVidia, che già nel 2008 aveva mostrato un’anteprima di GeForce 3D Vision, un kit che include un paio di occhiali wireless, un sensore a infrarossi, un cavo DVI-to-HDMI per l’utilizzo con le TV, due cavi USB, un cavo VESA a tre pin per la sincronia con un DLP e due adattatori da naso per gli occhiali. Quando si parla di tecnologia stereoscopica si fa riferimento al fatto che uno schermo stereo è in grado di visualizzare due immagini in contemporanea, una per l’occhio destro e una per l’occhio sinistro, che, combinate insieme, producono un senso di profondità.

L’ambito al momento più sfruttabile per il 3D è quello dei videogiochi. E, infatti, nVidia ha testato il kit su un computer dotato di scheda video della serie GeForce 8800 GT, che ha permesso di visualizzare in 3D circa 350 videogiochi, tra i quali figurano titoli di spicco come Spore e Call of Duty 5. Il sensore a infrarossi ha un raggio d’azione di 6 metri e può comunicare con uno o più paia di occhiali wireless. La profondità preimpostata è del 15%, ma l’utente può aumentare o diminuire il parametro in base alle proprie esigenze e alle potenzialità del videogame.

Tuttavia, per utilizzare il kit è necessario disporre di un monitor con una frequenza di refresh di 120 Hz, in quanto ogni occhio necessita di un refresh di 60 Hz. Un monitor compatibile con nVidia GeForce 3D Vision è il Samsung 2233RZ, presentato proprio al CES di Las Vegas. Si tratta di uno schermo da 22 pollici con pannello 120 Hz, in grado di supportare la tecnologia steroscopica 3D senza patch aggiuntive. Mentre Panasonic ha presentato il primo esempio di 3D Full HD Plasma Home Theater System, dotato di un lettore Blu Ray capace di mostrare immagini in full HD all’occhio sinistro e all’occhio destro separatamente, per creare l’effetto immersivo.

Autore: Andrea Galassi

Ultimi articoli correlati: