FIFA 14: i miglioramenti di quest'anno lo rendono un gioco da comprare?

Rispetto agli scorsi anni, la nuova edizione del titolo di simulazione calcistica di Electronic Arts sembra suscitare qualche preoccupazione di troppo.

FIFA 14: novità e miglioramenti giustificano il nuovo acquisto?
 

Anche quest'anno Electronic Arts ha fatto il suo solito gran lavoro per sviluppare un nuovo competitivo capitolo della serie FIFA. Eppure, a differenza di quanto accaduto in passato, non c'è solo la trepidazione ad animare le fantasie degli utenti. Le novità introdotte sembrano suscitare qualche preoccupazione di troppo. Come spiegato, ad esempio, da Brett Phipps di Videogamer, il rallentamento della velocità di gioco nel nuovo capitolo di simulazione calcistica potrebbe rivelarsi una scelta poco lungimirante. Ma sono tanti i cambiamenti implementati dalla software house.

Fra le più rilevanti ci sono il Pure Shot, la fisica della palla reale, il proteggi palla, l’intelligenza di squadra, i cambi di direzione durante il dribbling in velocità, il tocco variabile durante i dribbling. Anche la redazione di Multiplayer non grida al miracolo descrivendo questa nuova fatica videoludica da parte di Electronic Arts. Un dettagliato articolo di Antonio Fucito individua nel Precision Movement una novità importante e, più in generale, descrivendo questo simulatore calcistico, spiega che siamo davanti al "solito ottimo FIFA di sempre".

I dubbi ruotano attorno a due concetti principali. Le novità giustificheranno l'acquisto annuale? E ancora, la versione next gen ovvero quella pensata per le nuove console da salotto di Microsoft e Sony potrebbe distogliere l'attenzione da quelle attuali? Electronic Arts ha confermato il lancio sul mercato di FIFA 14 nel Nord America il 24 settembre mentre in Europa sarà acquistabile il 27 settembre nella triplice versioni per Xbox 360, PlayStation 3 e PC. Solo più tardi saranno disponibili le release per Xbox One e PlayStation 4. Da segnalare che la release per PC non sfrutterà il nuovo motore Ignite.