Wi-Fi in Italia in crescita: i principali hotspot. Milano è la città dove è maggiore diffusione.

iPass ha pubblicato l'ultima edizione dell'iPass Mobile Broadband Index, che riporta dati e statistiche sugli hotspot Wi-Fi e analizza i modelli di comportamento dei lavoratori mobile in tutto il mondo.

 

iPass, azienda specializzata nella gestione di servizi per la mobilità business, ha pubblicato l’ultima edizione del suo iPass Mobile Broadband Index, che riporta dati e statistiche sull’utilizzo degli hotspot Wi-Fi e analizza i modelli di comportamento dei lavoratori mobile in tutto il mondo.

Il report 2008 di iPass segnala una crescita del 46% dell’utilizzo business di hotspot wireless nei primi sei mesi dell’anno, rispetto ai dati del primo semestre del 2007. Il Wi-Fi sembra crescere soprattutto in Europa, dove per la prima volta dall’ingresso di questa tecnologia nella vita quotidiana di milioni di lavoratori le connessioni business hanno superato quelle registrate nel Nord America. Nello specifico, il ricorso per lavoro a hotspot Wi-Fi in Europa è cresciuto di 89 punti percentuali su base annua, andando a occupare il 47% del traffico mondiale, rispetto al 36% registrato nella prima metà del 2007.

Per quanto riguarda l’Italia, il report 2008 di iPass evidenzia come l’utilizzo del Wi-Fi sia soprattutto legato agli hotspot presenti negli aeroporti e negli hotel delle principali città. A guidare la classifica dei centri dove si registrano i tassi di utilizzo più elevati è Milano, dove gli accessi Wi-Fi si concentrano soprattutto nell’area dell’aeroporto di Malpensa. Al secondo posto si piazza Roma, grazie agli accessi registrati nell’aeroporto di Fiumicino. E se a Milano la durata media delle connessioni è di 37 minuti, a Roma è di 34 minuti.

Il rapporto iPass mostra anche quale siano i luoghi fisici più gettonati per le connessioni business. Le maggiori preferenze vanno agli aeroporti, che segnano un incremento annuo del 28% e occupano una quota di traffico del 40%. Seguono, poi, gli hotel, che registrano una crescita del 66% e si attestano al 34% del traffico totale. Ma la maggiore crescita riguarda le aree cittadine di viaggio, ovvero le stazioni ferroviarie e gli scali dei traghetti, dove le connessioni tramite hotspot sono aumentate del 79%. Sotto osservazione anche i parchi e i centri delle città, dove il traffico Wi-Fi è aumentato di tre volte, anche se ancora pesa in maniera minoritaria sul traffico totale.

Autore: Pierluigi Emmulo

Ultimi articoli correlati: