Uso email diminuisce superato dalla crescita dei social network secondo ultime statistiche

La società di ricerca Nielsen ha pubblicato uno studio sui social network. Emerge che questi stanno facendo diminuire l'uso delle email.

 

La società di ricerca Nielsen ha pubblicato uno studio intitolato «Global Faces and Networked Places», relativo al ruolo dei social network all’interno della Rete. Nove i mercati presi in considerazione: Australia, Brasile, Francia, Germania, Italia, Spagna, Svizzera, Regno Uniti, Stati Uniti.

I social network, dice la ricerca, sono diventati una parte fondamentale dell’esperienza on line. Una tendenza già emersa in precedenti rilevazioni, che ora viene confermata in pieno. John Burbank, CEO di Nielsen Online, ritiene che questi siti continueranno a modificare non solo lo scenario globale, ma anche la consumer experience.

In generale, ogni 11 minuti trascorsi on line, uno è dedicato a un sito di social networking o a un blog. Nel 2008, i social network hanno raccolto il 67% dei netizen, contro il 61% del 2007, con un incremento annuo pari al 5,4%. In Italia, i siti di social networking e i blog hanno registrato una crescita del 9%. In testa alle preferenze degli utenti Internet c’è Facebook. Se i social network e tutti gli strumenti tipici del web 2.0 crescono, di contro gli utenti sembrano abbandonare progressivamente l’utilizzo della posta elettronica tradizionale. Non è che non si scrivano più email, ma di certo la possibilità di utilizzare programmi di instant messaging integrati nei siti di social networking e di accedere ai propri contatti in maniera immediata, sta facendo perdere terreno alla posta elettronica.

Lo studio Nielsen, inoltre, sfata una convinzione che per qualche tempo ha accompagnato la nascita e la crescita di siti come Facebook e MySpace. Non si tratta di un fenomeno prettamente giovanilistico: l’incremento maggiore di visite si riscontra nella fascia d’età tra i 35 e i 49 anni. Da segnalare, infine, la propensione di numerosi utenti, soprattutto in Gran Bretagna, ad accedere a Facebook e simili tramite cellulare.

Autore: Pierluigi Emmulo

Ultimi articoli correlati: