Internet inizia a superare la televisione in Europa e in Italia? Tra i giovani quasi avviene.

I giovani europei con età comprese tra i 16 e i 24 anni passano in Internet più tempo di quello speso per guardare la televisione. È un dato emerso nell’ultima analisi annuale condotta dall’EIAA.

 

I giovani europei con età comprese tra i 16 e i 24 anni passano in Internet più tempo di quello speso per guardare la televisione. È un dato sbalorditivo emerso dall’ultima analisi annuale condotta dall’European Interactive Advertising Association (EIAA).

La correlazione causale tra Internet e la TV è esplicita: larga parte dei giovanissimi dichiara che proprio perché trova più attrattiva in quello che c’è su Internet ha ridotto il tempo dedicato alla fruizione dei programmi televisivi.

In generale è il 57% della popolazione europea che accede a Internet in maniera regolare. In termini numerici, significa si parla di 169 milioni di europei che si connettono regolarmente a Internet. Un dato molto interessante sul futuro della comunicazione e sullo spostamento progressivo del baricentro economico dei vari media.

Un altro dato interessante è che la penetrazione di Internet fra gli anziani e le donne è in crescita. Ma è anche aumentato il tempo medio di permanenza on line: il tempo medio trascorso ogni settimana su Internet da parte di chi dichiara di connettersi è di 11,9 ore, mentre circa un terzo (48 milioni di utenti) spende da 16 ore a salire alla settimana.

E la banda larga quanto è diffusa? Lo studio mostra come in Europa l’80% degli utenti dispone di una connessione veloce. L’Italia in questo senso è un po’ più lenta, ma comunque il 73% di utenti viaggia su Internet mediante ADSL o con connessioni a bitrate elevato.

Autore: Pierluigi Emmulo