Windows 8, l’ultima versione non carica il desktop all’avvio, ma solo la nuova interfaccia Metro

Windows 8 permetterà di caricare all'avvio soltanto l'interfaccia di nuova generazione, quella finora denominata 'Metro'. Ma è sempre possibile passare alla modalità desktop tradizionale dopo che il sistema è stato caricato.

windows 8 desktop metro
 

Windows 8 porterà numerose novità, alcune delle quali potrebbero disorientare gli utenti abituati all’interfaccia tradizionale dei sistemi operativi basata sulla metafora del desktop. La nuova alternativa, ormai sempre più diffusa nel mondo dei dispositivi mobile, è quella a “tile”, le mattonelle che identificano le varie funzionalità.

La notizia dell’ultim’ora è che nella versione RTM (Release To Manufacturing) di Windows 8 – quella che precede il lancio definitivo del sistema operativo e che si rivolge ai produttori hardware per la valutazione finale e lo studio delle integrazioni possibili con i nuovi device – l’interfaccia a mattonelle è l’unica disponibile all’avvio del sistema.

In altri termini, ogni volta che il sistema viene caricato l’utente dovrà vedere l’interfaccia di nuova generazione, quella che inizialmente è stata denominata Metro.

Tra parentesi, Metro è un nome che Microsoft ha dovuto abbandonare dopo averlo spinto in modo abbastanza intenso con comunicazioni promozionali. La ragione della sospensione dell’uso di questo nome deriva dal conflitto di brand creatosi con un importante partner europeo, Metro AG, uno dei distributori di prodotti informatici più importanti dell’area tedesca. Il nuovo nome, che però potrebbe essere presto sostituito con uno più efficace ed evocativo, è Windows 8 style UI.

C’è comunque una buona notizia per gli utenti che non sono disposti a rinunciare alla vecchia interfaccia che accompagna i PC da quando è arrivato Windows: in seguito al completamento dell’avvio è sempre possibile passare in modalità desktop tramite appositi comandi. Per venire incontro a questi utenti, Microsoft ha anche predisposto delle scorciatoie da tastiera per rendere ancora più rapida e agevole l’operazione.

Chi invece sperava di avvalersi di un artificio per impostare il design classico dell’interfaccia come default all’avvio è destinato a rimanere deluso. Fino alla versione precedente finora rilasciata di Windows 8 bastava infatti creare un file con estensione .scf in cui scrivere le istruzioni apposite per effettuare la selezione dell’interfaccia desktop all’avvio. Questo trucco, purtroppo, non è più efficace nella versione RTF.