Windows 8: le novità più importanti spiegate da Microsoft all'evento Exploring

Windows 8 presentato durante l'evento Exploring: tutte le novità sul sistema operativo, per riportare l'attenzione sul software dopo la celebrità raggiunta da Surface.

windows 8 novità evento exploring
 

Nel corso della conferenza TechEd di Amsterdam, Microsoft ha tenuto l’evento Exploring Windows 8, che dopo il buzz generato dalla presentazione di Surface, vuole forse riportare l’attenzione degli sviluppatori e dei media sulla scommessa più grande di Microsoft: Windows 8, un salto tecnologico ben più importante per Microsoft della stessa produzione di hardware per tablet e, come sostengono alcuni rumor, per smartphone. Windows 8 si distinguerà da 7 (e ancora più da Vista), non solo per l’interfaccia Metro, ma anche per le performance: i tempi di avvio di Windows 8 sono del 40% più veloci di 7 (misure rilevate con prove sullo stesso hardware) e mentre 7 usa 389 MB di memoria di sistema, 8 ne usa solo 330. Migliori performance quindi, al netto di un sistema operativo, 8, che ha maggiori funzionalità e si adatta perfettamente in diversi device: desktop, laptop, tablet e smartphone.

E proprio come gli altri sistemi operativi per smartphone, Windows 8 è pensato per essere costantemente connesso, alternando accensione e modalità sleep mode proprio come nei telefonini. E quando il sistema operativo si avvia, in seguito ad uno spegnimento, il sistema anti-malware è la prima applicazione ad avviarsi, per cui anche la sicurezza avanzata è una delle caratteristiche più importanti del nuovo SO. Molta enfasi è stata data poi al Windows Store, lo store di applicazioni che avrà un ruolo centrale nel successo del nuovo sistema operativo: solo se ci sarà un alto numero di applicazioni nello store Windows 8 riuscirà a creare un ecosistema per tablet e smartphone in grado di impensierire iOS e Android. Anche per questo gli sviluppatori incasseranno il 70% dei ricavi generati dalle applicazioni, una percentuale che può salire fino all’80% se i ricavi superano i 25000 dollari.

L’idea alla base di Windows 8 è la convergenza tra dispositivi, ma anche la velocità e la fluidità: la schermata di avvio e anche lo stesso browser installato su Windows 8 saranno “fast and fluid” e soprattutto “without Chrome”: un gergo interno alla Microsoft che sta a significare che il browser e le altre applicazioni saranno “puliti” e non avranno menù, taskbar e add-on. Ma forse, c’è più di un’allusione ed un velato attacco al sempre più diffuso browser di Google.