Recuperare file cancellati per sbaglio su Mac e Windows, ecco come

La soluzione più efficace per recuperare i file cancellati dal cestino. Bastano 3 click, ecco come funziona

EaseUS Data Recovery Wizard
 

Le soluzioni cloud non bastano perché esiste sempre la concreta possibilità che si possano perdere file importanti formattando accidentalmente una chiavetta USB o la scheda della fotocamera, la microSD dello smartphone contenente le foto o i video dell’ultima vacanza e perfino un interno hard disk. Sono i dati di utilizzo dei software per il recupero dei dati cancellati a dimostrare come la percentuale di distratti sia incredibilmente alta. Ed essendo la formattazione un’azione compiuta all’improvviso, il consiglio è di avere la soluzione a portata di mano perché la distrazione, propria, del collega di lavoro o di un familiare, è sempre dietro l’angolo. Sia che si tratti del ripristino di una intera unità di memoria e sia nel caso di pochi ma preziosissimi file.

EaseUS Data Recovery Wizard, 3 click per recuperare i file cancellati

Il punto è che quando ci si trova nel bel mezzo di queste situazione scomode, l’ultima cosa che si vuole fare è armeggiare con complicati software da installare e da utilizzare con tutto il carico di incertezza sulla buona riuscita dell’operazione che portano con sé. Ma è qui che entra in gioco EaseUS Data Recovery Wizard. Perché, orologio alla mano, bastano 2-3 minuti per scaricare il software dal sito, installarlo, individuare i file da recuperare e mettersi in cuore in pace. Di versioni a disposizione ce ne sono addirittura 3: la prima è quella gratuita che permette di avere un assaggio della potenza, dell’efficacia e della semplicità di questa soluzione. Le altre due, a pagamento, aggiungono via via nuovi servizi e permettono di ripristinare una maggiore quantità di file cancellati.

Sono due i punti di forza che meritano di essere immediatamente segnalati. In prima battuta la completa compatibilità con PC e Mac, anche quelli equipaggiati con versioni obsolete dei sistemi operativi. Per intenderci, EaseUS Data Recovery Wizard funziona anche su Windows 10, Windows 8.1, Windows 8, Windows 7, Windows Vista e Windows XP. In seconda battuta, nulla sfugge all’occhio del software: documenti, immagini, video, audio, messaggi di posta elettronica e file di qualunque tipo, formato e dimensioni possono essere recuperati senza difficoltà con una manciata di click. Tre, per la precisione. Il tutto con la comodità di poter vedere in anteprima i file ripristinabili, così da fare una selezione e accorciare i tempi. La scansione, poi, può essere rapida o approfondita perché con i documenti digitali, siano essi di lavoro o di piacere, non si scherza.

Il consiglio? Installarlo subito, ecco perché

È addirittura possibile filtrare i risultati in base al tipo di file, all’ultima modifica, alle dimensioni e alle lettere del nome del file: tutto è chiaro e ordinato, elementi essenziali quando si effettua un’operazione di questo tipo con una dose di ansia addosso. Quando un file viene eliminato non viene infatti cancellato immediatamente, anche se non è visibile. Lo spazio che occupa può però essere sovrascritto da nuovi dati e solo in caso di intervento tempestivo è possibile recuperarlo prima che sia davvero troppo tardi.

Qualunque sia la versione scelta di EaseUS Data Recovery Wizard (sia per Windows e macOS), l’interfaccia è chiara e senza fronzoli. Significa che tutto ciò che è possibile fare è davanti agli occhi, senza opzioni nascoste. In sintesi, sono tre le versioni tra cui scegliere:

  1. Data Recovery Wizard Free (gratis): recupero massimo di 2 GB di dati ed esportazione e importazione dei risultati dell’analisi
  2. Data Recovery Wizard Pro (66,69 euro): rispetto alla versione Free aggiunge gli aggiornamenti gratuiti e il supporto gratuito per sempre
  3. Data Recovery Wizard Pro + WinPE (95,14 euro): rispetto alla versione Pro aggiunge il sistema WinPE da utilizzare quando il terminale non si avvia o va in crash

Il recupero dei file cancellati dal cestino non può oggettivamente essere più semplice di così. Con un consiglio supplementare: installarlo subito, prima della perdita dei file, sia per farsi trovare pronti in caso di emergenza e sia perché, come in tutte le operazioni di installazione software, i file da ripristinare possono essere sovrascritti e dunque non completamente recuperabili.