Nokia Lumia 920 e 820: nuova funzione Bing Translator e realtà aumentata con Windows Phone 8

Bing Translator, Traduttore in Italia, è ora disponibile per smartphone equipaggiati con sistema operativo mobile Microsoft Windows Phone 8. I punti di forza e le lacune dell’applicazione.

Bing Translator Traduttore Windows Phone 8 Nokia Lumia 920 Nokia Lumia 820
 

Microsoft ha reso disponibile di recente la versione 2.5.0.0 di Bing Translator. Gli utenti che fanno riferimento a Windows Phone Marketplace localizzato in lingua italiana conoscono detta app con il nome Traduttore. La versione 2.5.0.0 di Bing Translator introduce il supporto per Windows Phone 8, ultima iterazione del sistema operativo mobile sviluppato da Microsoft. Bing Translator può quindi ora essere impiegata dagli utenti di Nokia Lumia 920 e Nokia Lumia 820.

Big Translator per Windows Phone 8 è stata testata, fra gli altri, da Jaymar Cabebe, esperto di app mobili e di Windows per CNET USA. «Big features, small language support», il titolo della recensione firmata Cabebe. Pollice all’insù, quindi, per le funzioni di Big Translator, pollice verso, invece, per l’assenza di non poche lingue supportate al momento dall’applicazione. Big Translator si caratterizza per un design elegante e semplice, e fornisce lingue e manuali fraseologici per poter tradurre testi e immagini anche offline. La possibilità di impiegare la fotocamera di Nokia Lumia 920 e di Nokia Lumia 820 per tradurre quanto visualizzato è una funzione di Realtà Aumentata che funziona piuttosto bene. Trentasei le lingue supportate da Bing Translator, contro le oltre 50 supportate da Google Translate, evidenzia Cabebe.

Al pari della soluzione firmata Google, prosegue l’esperto, Bing Translator offre tre differenti metodi per avviare una traduzione. Il testo può essere inserito tramite tastiera, voce o puntando l’obiettivo della fotocamera di Nokia Lumia 920 e Nokia Lumia 820 verso, per esempio, segnali stradali, menu di ristoranti, quotidiani e riviste. Gli utenti di Bing Translator possono quindi inserire il testo digitando sulla tastiera integrata nei cellulari intelligenti Windows Phone 8, oppure pronunciare le parole da tradurre, oppure, ancora, tenere la fotocamera rivolata al testo. Stando all’esperienza di Cabebe, l’impiego di Bing Translator via fotocamera è una delle funzionalità più apprezzabili dell’applicazione. Tempo uno o due secondi, e Bing Translator fornisce a schermo la traduzione di quanto catturato dall’obiettivo, in maniera analoga al funzionamento delle applicazioni di Realtà Aumentata. Big Translator non obbliga inoltre l’utente a scattare una fotografia del testo che si vuole tradurre per inviarla ai server, come invece è richiesto da Google. Tuttavia, se l’utente non ha mano ferma, i risultati di Bing Translator possono deludere.

L’opzione di input via voce funziona a meraviglia, sostiene Cabebe. La comprensione e la traduzione del testo sono buoni. Per avviare la traduzione, però bisogna premere il tasto Stop, altrimenti Big Translator non “capisce” che l’utente ha finito di parlare. Google Translate, invece, avvia la traduzione in automatico non appena l’utente smette di parlare.