Linux Mint 13 Maya: migliore distribuzione anche rispetto ad Ubuntu 12.04

È disponibile per il download e l’installazione Linux Mint 13, nome in codice Maya. Due gli ambienti desktop di riferimento fra i quali scegliere: MATE 1.2 e Cinnamon 1.4.

Linux Mint 23 Maya Cinnamon MATE Pro e Contro
 

Clement “clem” Lefebvre, project leader Linux Mint, ha annunciato la disponibilità di Linux Mint 13, nome in codice Maya, in versione stabile LTS (Long Term Support). Il supporto è garantito fino ad aprile 2017. Linux Mint 13 consente agli utenti di scegliere fra due ambienti desktop: MATE 1.2, che il team di sviluppo definisce maturo, stabile e produttivo, e Cinnamon 1.4, più moderno nell’aspetto, ma ancora in fase di ottimizzazione. Entrambi gli ambienti desktop, evidenzia “clem”, sono integrati alla perfezione in Linux Mint 13.

Il team di sviluppo di Linux Mint 13 ha raccolto in una pagina web tutte le novità introdotte a bordo di Maya: MATE 1.2, Cinnamon 1.4, MDM, implementazioni dei temi grafici Mint-X e Mint-Z, supporto migliorato per GTK3, e motore di ricerca predefinito Yahoo!. Secondo Steven J. Vaughan-Nichols (aka sjvn), Cinnamon 1.4 a bordo di Linux Mint 13 fornisce agli utenti della distro la migliore esperienza desktop in ambito Linux. Maya è basato su Ubuntu 12.04, distribuzione apprezzata da svjn, ma considerata dallo stesso ideale per utenti che non hanno elevate competenze in materia di computer. Linux Mint 13, di contro, è la distribuzione ottimale per gli utenti pro di Linux, ovvero per i power user, sostiene l’esperto.

Vaughan-Nichols ha testato per ZDNet Linux Mint 13 con Cinnamon su due sistemi di personal computing. Uno più datato, un Dell Inspiron 530S, spinto da un processore dual-core Intel Pentium E2200 a 2,2 GHz, assistito da 4GB di RAM e affiancato da una scheda grafica integrata Intel 3100 GMA. E una macchina più nuova, un Lenovo ThinkPad T520, equipaggiato con processore Intel Core i5 a 2,5 GHz, 4GB di RAM e scheda grafica integrata Intel HD Graphics 3000. Linux Mint 13 con Cinnamon ha girato senza alcun problema su entrambi i dispositivi.

sjvn premia le numerose e versatili funzioni in dote alla distro e a Cinnamon. L’esperto evidenzia che l’accoppiata Cinnamon-Linux Mint 13 fornisce ampie possibilità di personalizzazione e di controllo. Altro punto di forza è costituito dalla modalità Expo per la gestione degli spazi di lavoro. Si tratta di uno strumento potente e al contempo semplice, proprio come Mission Control su Mac OS X Lion, spiega sjvn. Cinnamon 1.4 non è però stabile e maturo quanto MATE 1.2. E i punti che giocano a sfavore di Cinnamon sono esplicitati senza riserve dallo stesso team di sviluppo di Linux Mint 13. Cinnamon richiede il supporto per l’accelerazione 3D e quindi schede grafiche e driver adeguati. Cinnamon poggia su Gnome 3 e Clutter, ed entrambi i progetti sono nuovi e soggetti a rapide trasformazioni. È in ogni caso possibile passare da MATE a Cinnamon e viceversa.

Vaughan-Nichols sottolinea inoltre che Linux Mint 13 include numerosi codec audio e video, e anche VLC Media Player 2.0.1. Grazie a quest’ultimo, Linux Mint è in grado di supportare la riproduzione di DVD meglio di quanto potrà fare Windows 8, scrive l’esperto.