HTML 5 diventa standard. Beta fino al 2014 poi ufficiale

Al via la fase di sperimentazione dell’HTML 5. Il World Wide Web Consortium dà il via libera alla fase di sperimentazione della tecnologia web.

HTML 5 standard
 

L’HTML 5 compie un passo importante. Non siamo ancora alla trasformazione ufficiale in standard, ma il completamento delle specifiche pubblicamente annunciato da W3C (World Wide Web Consortium) mette sul terreno della sua definizione dei paletti fermi. Sì, perché la piattaforma web manterrà questa fisionomia e non subirà l’implementazione di nuove funzionalità. Ci sono ancora degli aspetti da definire, ma la parte più consistente del lavoro è ormai alle spalle dei programmatori. In buona sostanza, sviluppatori di app e web designer possono fare riferimento su un prodotto pressoché stabile.

Si apre quindi un fase di testing, della durata di almeno un anno, al termine del quale il processo sarà concluso. In parallelo, i membri del consorzio hanno annunciato la fine dei lavori anche sulle specifiche di Canvas 2D. Spiega il CEO del W3C, Jeff Jaffe: "Da oggi, le aziende sanno cosa possono aspettarsi dall’HTML 5 nei prossimi anni. Allo stesso modo, gli sviluppatori sanno quali conoscenze coltivare per raggiungere smartphone, auto, televisori, ebook, insegne digitali e dispositivi non ancora conosciuti". Non si tratta di una novità assoluta.

La piattaforma di condivisione filmati YouTube di Google, ad esempio, ha già fatto suo l’HTML 5 per consentire la visione dei video anche per quei dispositivi (come i vari iPhone e iPad, su convinzione dello stesso Steve Jobs) che non supportano la tecnologia Flash. Va da sé che le versioni più recenti dei principali programmi di navigazione, da Internet Explorer e Chrome di Google, da Firefox a Safari, saranno pienamente compatibili con il nuovo standard. Il passaggio successivo sarà piuttosto ricordare agli utenti di procedere eventualmente con l’upgrade delle release.

Mozilla, in particolare, ha deciso di basare il sistema operativo Firefox OS per terminali mobile sul solo HTML 5. Andranno dunque messi in un angolo i software standalone o i programmi aggiuntivi come Adobe Flash, Java e Microsoft Silverlight. In parallelo, spazio all’introduzione di filmati più leggeri, servizi di geolocalizzazione e tool offilne. Qualche esempio di giochi basati sull’HTML 5? A Grain of Truth, Dune 2 Online, Cut the Rope, Hex GL, Lux Ahoy, D.E.M.O., BananaBread, Save the Day, Bombermine, BrowserQuest.