Flash, è crollo. Le statistiche sull'utilizzo

La percentuale di utenti che hanno caricato almeno una pagina con contenuti Flash al giorno dal browser Google Chrome è crollata all'8 per cento.

Spazio a nuovi linguaggi come l'HTML5
 

Dell'addio di Flash se ne parla da almeno quattro anni e se non è andato definitivamente in archivio poco ci manca. Prosegue infatti il declino del software di Adobe e a dimostrarlo sono adesso le statistiche sul suo utilizzo. Sono infatti letteralmente crollate, lasciando immaginare una dismissione nell'arco di poco tempo. A fornire una base numerica su cui ragionare ci ha pensato la stessa società di Mountain View, rilevando come la percentuale di utenti che hanno caricato almeno una pagina contente contenuti Flash al giorno dal suo browser Google Chrome, è calata dall'80 per cento del 2014 all'8 per cento di inizio anno. Quote che non lasciano spazio ad alcun dubbio.

Spazio a nuovi linguaggi come l'HTML5

Le statistiche sono state condivise da Parisa Tabriz, director of engineering di Google, in un intervento al Network and distributed system Security symposium di San Diego. Non sorprende il crollo proprio perché da anni Flash è stato messo da parte degli sviluppatori sostituito da nuovi linguaggi come l'HTML5, in grado di offrire le stesse funzionalità incidendo poco sul caricamento delle pagine web, mostrandosi più versatile per i dispositivi mobile, ma soprattutto garantendo un più affidabile livello di sicurezza. Calendario alla mano, Google ha annunciato che l'ultima versione supporta di Flash Media Player sarà la 87 (in linea con le stesse strategie di Adobe), attesa a dicembre 2020, dopodiché sparirà in maniera definitiva in tutte le sue forme, incluso il click-to-play.

Si tratta dunque di una decisione che non coglie di sorpresa. Questa stessa strada è stata già percorsa da Facebook e Apple, senza parlare di Google con YouTube già alcuni anni fa. Non solo, ma la stessa Adobe sta virando altrove le sue politiche di sviluppo, esattamente verso l'HTML5. Mozilla ha da tempo bloccato tutte le versioni di Adobe Flash Player su Firefox. La disattivazione del servizio non vuole dire la sua cancellazione ovvero il mancato supporto del software. C'è infatti la possibilità di sbloccarlo manualmente. Basta andare nelle impostazioni di Firefox, cliccare su Plugin, individuare Flash e modificare il settaggio, ora evidentemente spostato su disattivato. Ma si tratta comunque del più chiaro segnala della nuova strada intrapresa.

Altre indicazioni sull'intenzione di cambiare rotta erano arrivate piuttosto dallo sviluppo della tecnologia CSS Shaders per la realizzazione di animazioni ed effetti nelle pagine web. La vera scommessa per la società statunitense è comunque l'HTML5 rispetto alla quale intensificherà sforzi e investimenti.