Carte di credito: cosa fare in caso di truffa, se rubano soldi. Come avere rimborso. I pagamenti online più sicuri

Con pochi accorgimenti è possibile tenersi al riparo da tentativi di truffa informatica nelle operazioni di acquisto di prodotti e servizi sul web.

Carte di credito: pagamenti online più sicuri
 

L'utilizzo delle carte di credito per acquisti via web aumenta nel periodo estivo. E in parallelo crescono i tentativi di truffa: le percentuali di successo sono basse, ma basta un attimo di distrazione per vedere alleggerito il proprio conto Come difendersi? In linea generale è buona cosa dotarsi di una carta ricaricabile ad hoc per le spese sul web senza fare riferimento a quella principale ovvero al proprio conto corrente: basta effettuare il versamento strettamente necessario per le compere. Se gli acquisti vengono effettuati con lo smartphone o il tablet è sempre consigliabile effettuare il logout dopo la transazione. Nel caso di furto o smarrimento del device, il malintenzionato avrebbe vita facile.

I siti più sicuri utilizzano il protocollo https anziché quello http: meglio verificare nella barra degli indirizzi. A tal proposito attente alle truffe. I tentativi di phishing sono frequenti e basta controllare la propria casella di posta per rendersi conto dei messaggi improbabili ricevuti che nascondono tentativi di frode. A tal proposito, attenzione ai file allegati: non aprirli se non si conosce la fonte, soprattutto nel caso di eseguibili (EXE), file compressi (ZIP o RAR), pagine web (HTML o PHP).

Alcune volte, però, le truffe sono ben studiate ed è facile cadere nel tranello di chi scrive con tono allarmistico "gentile cliente, il suo conto è stato bloccato. Per riattivarlo la invitiamo a cliccare su questo link e a seguire le istruzioni".

Il consiglio è di non dare alcunché per scontato e di recarsi personalmente ai siti interessanti e non per reindirizzamento. Un frequente cambio di password, composta da numeri e lettere, è un buon modo per aumentare il livello di sicurezza: una volta al mese è il gisuto compromesso fra tempo a disposizione e tranquillità.