F# (F Sharp) Microsoft diventa opensource con Mono su Linux e Mac Os X

Dopo il rilascio del codice sorgente di F# da parte di Microsoft, arriva il primo MonoDevelop add-in per F#. I progetti del team capitanato da Miguel de Icaza.

Don Syme
 

Due settimane fa, Don Syme, primo ricercatore presso il Microsoft Research di Cambridge (UK) e designer e architect del linguaggio di programmazione F#, ha reso noto che l’azienda di Redmond ha rilasciato il codice sorgente del compiler e delle librerie di F# sotto licenza Apache 2.0. F# è un linguaggio di programmazione che fornisce supporto per la programmazione funzionale e per la programmazione tradizionale imperativa (procedurale) e orientata agli oggetti.

A stretto giro di posta, è arrivata una comunicazione firmata Miguel de Icaza, informatico messicano a capo del team di Mono e già ideatore del progetto GNOME, che ha reso nota la volontà di distribuire F# come parte di Mono per i sistemi operativi Mac OS X e Linux. In altre parole, Miguel de Icaza e il suo team di sviluppo hanno intenzione di aggiungere F# tra i linguaggi di programmazione supportati dal progetto Mono e disponibili per Linux e l’OS di casa Apple.

Martedì scorso, Tomas Petricek ha annunciato la disponibilità di un MonoDevelop add-in per F#, un plug-in che fornisce funzionalità IntelliSense, documentazione dei parametri, rilevazione on-the-fly degli errori e supporto per l’accesso ai comandi della sheel interattiva di F# direttamente dall’IDE. Il blof di Petricek ospita una serie di screencast che mostrano come installare e iniziare a usare F# su Linux e come funziona il plug-in F# per MonoDevelop.

Miguel de Icaza e compagnia hanno manifestato anche l’intenzione di integrare F# di Microsoft nelle versioni di Mono per Android di Google e Wii di Nintendo, nonché di cimentarsi nel porting su piattaforme Sony PlayStation 3 e su iOS di Apple, il sistema operativo su cui girano iPhone, iPod touch e iPad.

Autore: Andrea Galassi

Ultimi articoli correlati: