iPhone 5: prezzi in Italia svelati da dipendente Apple. Nano-SIM da 3 Italia, Vodafone, TIM e Wind

Dai 729 euro per iPhone 5 16GB ai 949 euro per la versione da 64GB, passando per gli 839 euro richiesti per quella da 32GB. Gli operatori di telefonia mobile e al disponibilità di nano-SIM.

Prezzi Ufficiosi iPhone 5 Italia Dipendente Apple Store nano-SIM TIM Vodafone Tre Wind
 

Comprare iPhone 5 in Italia comporterà un impegno di spesa minimo pari a 729 euro. Stando a quanto spifferato da un dipendente di un Apple Store allo staff di iPhoneItalia.com, infatti, la società di Cupertino commercializzerà iPhone 5 in Italia con prezzi a partire da 729 euro. Questa cifra sarà richiesta per l’acquisto di iPhone 5 16GB. L’impegno di spesa salirà a 839 euro per la versione di iPhone 5 con capacità di archiviazione pari a 32GB. I consumatori che intendono acquistare iPhone 5 64GB si preparino a sborsare 949 euro.

I prezzi di cui sopra, si ripete, non sono ufficiali, in quanto muovono da una soffiata di un anonimo dipendente di un Apple Store. Tuttavia, che i prezzi di vendita di iPhone 5 in Italia siano destinati a essere superiori rispetto a quelli praticati, per esempio, in Francia, sembra oramai un fatto certo.

Chi ha preso visione delle caratteristiche tecniche di iPhone 5 sa che per l’impiego del melafonino di sesta generazione è necessario disporre di una nano-SIM, ovvero di una scheda SIM con misure pari a 12,3 x 8,8 x 0,67 mm. L’introduzione delle nano-SIM porta con sé l’impossibilità di adattare, con un taglio eseguito con un coltello o un paio di forbici, una micro-SIM alle dimensioni richieste dal nuovo alloggiamento posizionato in iPhone 5. Se, infatti, è possibile rendere una micro-SIM meno alta e meno larga, non è di contro fattibile un’operazione atta a rendere la stessa altrettanto sottile. Lo spessore di una micro-SIM è pari a 0,76 mm. Appena 0,09 mm di differenza, ma fatali. In merito alla disponibilità di nano-SIM presso gli operatori di telefonia mobile, si segnala che Tre Italia ha già predisposto una pagina web attraverso cui poterne acquistare. Purtroppo, le scorte di nano-SIM per clienti Tre Ricaricabili sono terminate, e risultano disponibili soltanto nano-SIM da abbinare alla sottoscrizione di un abbonamento TOP SIM. Tre ha assicurato che unità di nano-SIM sufficienti a soddisfare tutte le richieste saranno disponibili dal 28 settembre. Sulla stessa linea, Vodafone e TIM. E anche Wind, l’unico, fra i principali operatori di telefonia, a non distribuire iPhone 5. Nota positiva da Vodafone: i clienti potranno sostituire gratuitamente la loro SIM con una nano-SIM presso i Vodafone Store.

TIM, Vodafone e Tre Italia non hanno ancora svelato le offerte predisposte per il lancio di iPhone 5. Si ipotizza che gli operatori siano intenzionati a replicare i bundle già confezionati in occasione del debutto sul mercato di iPhone 4S. Altra incognita riguarda l’utilizzo di FaceTime su reti cellulari. Vodafone ha assicurato l’inclusione del traffico dati generato con FaceTime su reti 3G nei piani Smart 100+, Smart 200+ e Smart+ Abbonamento. Nessun costo aggiuntivo per i clienti Tre Italia e Wind, mentre soltanto alcuni pacchetti TIM includeranno FaceTime su reti 3G.