iOS 6.1.3 jailbreak iPhone 5, 4S, 4, 3GS semi-tethered si può fare con redsn0w dopo blocco

Gli utenti di iPhone 4, iPhone 3GS e iPod touch di quarta generazione possono eseguire un jailbreak semi-untethered (o semi-tethered) attraverso redsn0w 0.9.15 beta 3.

iOS 6.1.3 Apple Jailbreak Semi-Tethered Semi-Untethered redsn0w
 

Apple ha reso disponibile per il download e l’installazione la versione 6.1.3 del sistema operativo mobile iOS. L’aggiornamento iOS 6.1.3 è indirizzato agli utenti di iPhone 5, iPhone 4S, iPhone 4, iPhone 3GS, iPad mini, iPad 2, iPad 3, iPad 4, iPod touch di quarta e quinta generazione. L’installazione di iOS 6.1.3 porta con sé la risoluzione di un errore che poteva consentire a qualcuno di superare il codice di sblocco di iPhone e accedere quindi al telefono, nonché miglioramenti per l’applicazione Mappe destinata al mercato giapponese. L’installazione di iOS 6.1.3 porta con sé anche la chiusura delle falle individuate dagli hacker di evad3rs per lo sviluppo di evasi0n, il tool per il jailbreak untethered di iOS 6.x utilizzato da ben diciotto milioni di utenti di dispositivi mobili Apple.

Tuttavia, sembra che la patch firmata Apple abbia lasciato qualche strada ancora aperta, e che pertanto vi sia la possibilità di apportare modifiche non autorizzate al codice di iOS 6 per installare Cydia e quindi accedere a tweak, app e temi. Allo scopo ultimo di potenziare ed estendere le capacità di iPhone, e di personalizzare l’esperienza utente sperimentata sul melafonino. È infatti possibile sfruttare redsn0w 0.9.15 beta 3 per eseguire un jailbreak cosiddetto semi-tethered o semi-untethered. Si tratta, però, purtroppo di una soluzione disponibile soltanto per gli utenti dei dispositivi mobili Apple equipaggiati con processori antecedenti al chip A5, vale a dire di quanti posseggono iPhone 4 (modelli GSM e CDMA), iPhone 3GS e iPod touch di quarta generazione. Restano per ora fuori dai giochi gli utenti di iPhone 5, iPhone 4S, iPad mini, iPod touch di quinta generazione, iPad 2, iPad 3 e iPad 4.

La procedura per mettere a segno un jailbreak di tipo semi-tethered o semi-untethered con redsnow 0.9.15 beta 3 è illustrata nel video in calce all’articolo e disponibile anche presso International Digital Times. Detta procedura consente di eseguire un reboot di un iPhone jailbroken anche senza collegare il melafonino al computer, come richiesto invece in caso di jailbreak tethered. Tuttavia, l’utente dovrà fare i conti con funzionalità limitate.

Gli hacker di evad3rs sono al lavoro per individuare nuove vulnerabilità e sfruttare quelle ancora disponibili allo scopo di procedere con ulteriori exploit finalizzati allo sviluppo di una nuova soluzione untethered. Che permetterebbe di fruire dei benefici del jailbreak in piena libertà.