iPad Air, iPad 2, 3, 4 iPad Mini Nuovo 2, iPad Mini: cosa fare appena comprato. Applicazioni da scaricare, come usare e cosa fare

Fra i protagonisti del 2013 ci sono i due nuovi tablet di Apple. Caratteristiche di primo piano nell'ambito di un sistema operativo rinnovato ne fanno dei must per tutti.

iPad Air, iPad 2 e iPad mini nuovo: cosa fare appena si è comprato
 

A detta dei consumatori e degli esperti del settore, il grande protagonista del mercato hi-tech in casa Apple è stato l'iPad Air. Nonostante le attenzioni catturate dai vari iPhone 5S e iPhone 5C, ad aver fatto centro è stato proprio il tablet di nuova generazione. Seguire l'iPad mini con display Retina (iPad mini 2). Il primo aspetto a cui prestare attenzione, per chi non ha ancora proceduto all'acquisto, è trovare l'occasione giusta. Sul web sono infatti presenti una serie di interessanti offerte in grado di far risparmiare qualche euro sui prodotti della società di Cupertino, più costosi rispetto alla concorrenza.

Il confronto è dunque rappresentato dai costi di listino. L'iPad Air è acquistabile nella versione solo Wi-Fi a 479 euro (release da 16 GB), 596 euro (32 GB), 659 euro (64 GB) e 749 euro (128 GB). La versione Wi-Fi + cellular è sul mercato a 599 euro (16 GB), 689 euro (32 GB), 779 euro (64 GB), 869 euro (128 GB). Si tratta di cifre superiori naturalmente rispetto a quelle dell'iPad Mini 2. In questo caso, il modello solo Wi-Fi viene commercializzato a 389 euro (16 GB), a 479 euro (32 GB), a 569 euro (64 GB), a 659 euro (128 GB). Il modello Wi-Fi + cellular a a 509 euro (16 GB), a 599 euro (32 GB), a 689 euro (64 GB), a 779 euro (128 GB). Per qualcuno l'iPad mini con display Retina è il miglior tablet a 7 pollici finora lanciato sul mercato.

La presenza di un chip A7 con architettura a 64 bit e coprocessore di movimento M7 e di un display Retina multitouch retroilluminato LED da 9,7 pollici con tecnologia IPS e risoluzione pari a 2.048 x 1.536 a 264 ppi, rende l'iPad Air un device potente e versatile. Fra le app presenti c'è la nuova versione di Safari. La settima incarnazione del browser mobile permette la navigazione a tutto schermo. Pulsanti e barre compaiono solo nella fase di scorrimento della pagina. La barra degli indirizzi integra il motore di ricerca. Viene facilitato il passaggio da un pannello all'altro con l'apertura di tutte le pagine web aperte in un'unica schermata. In link condivisi sono presenti tutti gli indirizzi nella timeline di Twitter.

Con l'app Mail diventa più semplice l'apertura degli allegati. Anche la gestione delle immagini, introdotta con il nuovo sistema operativo iOS 7, è più comoda. Viene perfezionata l'organizzazione delle foto, con l'opzione Momenti, sulla base di date e luoghi. Gli scatti possono essere condivisi sulla piattaforma iCloud Photo Sharing in cui gli utenti autorizzati possono pubblicare altre immagini e video o commenti a quelli già salvati. La nuova vista Attività permette di conoscere gli aggiornamenti in tempo reale. Con FaceTime è possibile fare chiamate video e audio verso un iPad, iPhone, iPod touch o Mac, via Wi-Fi o rete cellulare.

Con Edicola, le riviste e i quotidiani arrivano direttamente sull'iPad, dove ogni nuova uscita viene scaricata automaticamente in background. Molte pubblicazioni sono fatte ottimizzate per il tablet di Apple con la conseguenza di facilitare l'interazione con gli elementi sulle pagine. Fra le appe da scaricare e installare ci sono certamente Spotify per l'ascolto di musica, iWork per la produttività personale, YouTube per la condivisione video, SoundHound per il riconoscimento di brani musicali, Snapseed per il fotoritocco.