iPad Air e iPad 2: prezzi, offerte, sconti migliori gennaio 2014. E il nuovo iPad Pro è sempre più possibile

Ecco alcune soluzioni per acquistare a prezzi più convenienti l'iPad Air o l'iPad Mini con display Retina. In ballo c'è anche l'iPad Pro.

Il nuovo iPad Pro è sempre più possibile
 

Per acquistare uno dei due nuovi iPad da Apple nel corso dell'anno appena trascorso, il web offre le più interessanti soluzioni. Basta dare un'occhiata alle soluzioni proposte dai vari portali di commercio elettronico per farsi un'idea. Per quanto riguarda i prezzi di listino, l'iPad Air è acquistabile nella versione solo Wi-Fi a 479 euro (release da 16 GB), 596 euro (32 GB), 659 euro (64 GB) e 749 euro (128 GB). La versione Wi-Fi + cellular è sul mercato a 599 euro (16 GB), 689 euro (32 GB), 779 euro (64 GB), 869 euro (128 GB). Il sito hw1.it propone la release da 16 GB (solo Wi-Fi) a 441,94 euro con 4 possibilità di pagamento: carta di credito, Paypal, contrassegno, bonifico bancario. La garanzia è quella italiana.

Leggermente più costoso, ma comunque inferiore rispetto al prezzo di listino, è la proposta di tekworld.it: 445,08 euro per fare proprio l'iPad Air solo Wi-Fi da 16 GB. Capitolo iPad Mini con display Retina (detto iPad Mini 2), il modello solo Wi-Fi viene commercializzato a 389 euro (16 GB), a 479 euro (32 GB), a 569 euro (64 GB), a 659 euro (128 GB). Il modello Wi-Fi + cellular a a 509 euro (16 GB), a 599 euro (32 GB), a 689 euro (64 GB), a 779 euro (128 GB). Per risparmiare è possibile rivolgersi al sito fotodigit.it: 370 euro per la versione solo Wi-Fi da 16 GB. La durata della garanzia sul prodotto è di un anno. Risparmio garantito anche per computercityhw.it: 381,38 euro per l'iPad Mini con display Retina da 16 GB (solo Wi-Fi).

La mossa a sorpresa di Apple per questo 2014 potrebbe essere l'iPad Pro. Si tratterebbe di un dispositivo dalla dimensioni piuttosto generose del display, 12,9 pollici con risoluzione pari a 2.732×2.048 pixel per 265 ppi, destinato a vedere la luce già nel terzo trimestre di quest'anno. La caratteristica principale del terminale andrebbe ricercata nella possibilità di sfruttare a scelta due sistema operativi: l'iOS impiegato per i vari iPhone e iPad e l'OSX dei Mac. Alla base di questa decisione, riferiscono le indiscrezioni provenienti da oltre oceano, ci sarebbe il tentativo di trovare strategie vincenti contro Samsung. Va da sé che la società di Cupertino non ha confermato questo scenario. Di più, viene già data al lavoro sui successori dell'iPad Air e dell'iPad Mini con display Retina.