Telecom Italia: cambio offerta automatico, bolletta e canone da domani 1 maggio.Quali sono le novità e come cambiare piano tariffe

Cambia da domani il piano tariffario Telecom. L’Agcom critica l’operazione.

Telecom nuovo tariffario
 

Scatta domani il nuovo piano Telecom che prevede il cambio delle tariffe del canone. Il cambio dell’offerta sarà automatico e per la maggior parte dei clienti non si tratterà dunque di dover scegliere, ma di acconsentire a cambiare il piano in vigore secondo il principio del silenzio assenso.

Più specificatamente, agli utenti che fino a questo momento non hanno stipulato un contratto che include l'ADSL senza limiti sarà attivato il piano Tutto Voce che prevede chiamate senza limiti verso tutti i numeri fissi nazionali e tutti i cellulari nazionali al costo di 29 euro al mese. Si tratta dunque di pagare una quota fissa indipendentemente dal numero di telefonate effettuate nell'arco di 30 giorni.



Per i clienti Telecom Italia con linea attiva da più di 10 anni senza connessione ADSL illimitata che richiedono il passaggio a Tutto, il prezzo per i primi 12 mesi è di 29 euro, poi sale a 39 euro. Sconti anche per chi preferisce la fibra ottica: il piano Tutto Fibra allo stesso prezzo di Tutto ovvero a 44,9 euro al mese invece di 54,90 euro per 12 mesi. Per il cambio di operatore invece, nel caso di insoddisfazione delle nuove condizioni contrattuali, non sono da mettere in conto costi di disattivazione.

Il consiglio è di fare i calcoli con attenzione e di individuare il piano più congeniale. In ballo c'è un risparmio fino a 200 euro all'anno. Intanto però arrivano critiche dall'Agcom, secondo cui la mossa dell'operatore telefonico è troppo unilaterale e mancherebbe di trasparenza nei confronti degli utenti.

Scrive l'Autorità nella diffida che ha formalmente presentato: "La manovra posta in essere da Telecom Italia implica la modifica delle condizioni di fatturazione dell'intera clientela residenziale ed incide, in vario modo, sui piani tariffari di 5,2 milioni di utenti. Con riferimento a quest'ultimo aspetto, sono emersi diversi aspetti di criticità in relazione al rispetto degli obblighi del Servizio Universale nonché degli obblighi di informativa degli utenti interessati dalla manovra in esame".