Stipendi IT e ICT 2015-2016 in Italia: programmatori software, grafici, Internet, tecnici. Quanto guadagnano al mese

Ecco quanto guadagna chi lavora nell’Ict. Riparte la crescita.

Lavoro ICT, gli stipendi del 2015.
 

Quanto guadagna chi lavora nel mondo tecnologico? È una domanda che i neofiti si fanno spesso, incuriositi da un mondo professionale che a volte è ancora troppo poco conosciuto.

Ma dietro a computer, siti internet e social network ci sono, lo sappiamo, una lunga serie di professioni, tutte fondamentali, e chi più chi meno in grado di guadagnare anche belle cifre. Di certo si può comunque dire che in generale gli stipendi Ict sono leggermente più alti rispetto alla media e che il digitale è tornato ad essere un settore ambito dopo qualche anno di stanza.



La ripresa è arrivata dopo anni difficili, ma i primi sei mesi del 2015 hanno già fatto registrare un +1,5% per quanto riguarda tutto il mercato digitale, che vale ora 31,5 miliardi di euro. In questo caso però l’Italia è un po’ indietro rispetto al resto del mondo, visto che la crescita altrove è già ripartita, facendo registrare l’anno scorso un +3,6%.

Tornando agli stipendi, i dati diffusi da Assinform mostrano come il segmento delle telecomunicazioni sia quello che “tratta meglio” i dipendenti inquadrati ai due estremi: dirigenti e operai guadagnano rispettivamente 107.500 e 26.650 euro, al 12esimo e quarto posto della graduatoria retributiva che comprende le 34 industry. Più contenuta, invece, è la differenza per i quadri e gli impiegati, dove è invece l'Industria Elettronica e dell'Automazione a pagare di più.

Discorso a parte va fatto per gli operai, che guadagnano, in media da 26.650 euro lordi nelle Telecomunicazioni a 24.448 euro nel segmento dei Media, registrando valori che si attestano sempre al di sopra di quelli nazionali. Nelle Telecomunicazioni sono più elevati, addirittura, del 12%.