Playstation Network: truffe sulle carte di credito rubate

Prime truffe con le carte di credito rubate dal Playstation Network con importii rubati di circa mille o duemila euro per singolo utente

 prime truffe con denaro rubato a carte di credito utenti playstation network
 

Prime truffe con le carte di credito rubate dal Playstation Network che solo da ieri erano all'asta in vendita su siti e forum hacker per una cifra base di partenza di 100mila euro ( all'incirca 2.2 milioni di dati sensibili comprese le carte ).

Il primo utente che ha riportato una sottrazione di denaro dalla sua carta di credito è Rory Spreckley di Adelaide ed è avvenuta nei giorni giorni scorsi, ma solo oggi se ne ha notizia. All'utente Usa del Playstation Network sono stati sottratti 2000 dollari.

E' una notizia davvero importante in quanto è la prova inconfutabile che le carte di credito non erano protette e criptate come in in un primo tempo sembrava essere.

Certo, è strano che i cracker abbiano sottratto una cifra così alta e in così breve tempo senza prima far calmare le acque, invece di, per esempio, fare piccoli prelievi su migliaia dei conti correnti su cui si appoggiano le carte di credito rubate cosa che normalmente fanno i truffatori.
E il caso di Rory Spreckley non è l'unico, ma ne sono già stati segnalati altri anche in Europa e sempre per cifre intorno a 1000-2000 euro.

Potrebbe essere anche una dimostrazione di forza degli hacker che hanno attaccato il Playstation Network per dimostrare che i dati li hanno, non sono criptati e sono pronti ad usarli e venderli davvero e che Sony potrebbe ritirarli dal "mercato", come sembra che gli sia stato offerto da questo gruppo di malitenzionati, accettando una offerta "privata" riservata alla multinazionale giapponese che sembra, però, non abbia nessuna intenzione di cedere al ricatto.

E sony stessa, domani, ha annunciato una conferenza stampa straordinaria per spiegare l'accaduto.

Autore: Marcello Tansini