Nascono software anti-social network. Come e perché bloccare l’accesso a Facebook, Twitter, YouTube

L’uso e l’abuso delle piattaforme di social networking sono legati a doppio filo con la produttività aziendale e la creatività del singolo.

Bloccare Facebook
 

Essere sempre connessi alla propria rete sociale. In ufficio, a casa, in autobus, in treno. Da postazione desktop o in mobilità. Tramite personal computer o smartphone o tablet. Always-on, anywhere, anytime. Sembra quasi impossibile sfuggire a questa sorta di mantra contemporaneo e distinguere quali siano le proprie reali esigenze e quali, di contro, i bisogni indotti.

Eppure appaiono numerosi anche i sostenitori del cosiddetto anti-social networking. Alcuni di questi si atteggiano a snob ed esprimono giudizi precostituiti su Facebook, Twitter e compagnia varia senza conoscerne le potenzialità e i limiti. Non sono pochi, però, coloro che, a ragione, invitano a una riflessione sull’utilizzo degli strumenti del Web 2.0 e delle piattaforme di condivisione e di comunicazione sociale. Splendore e miserie dei social network, scrive Arianna Bernardini di Communication Village.

L’uso e l’abuso dei social network sono legati a doppio filo anche con la produttività. Si possono sfruttare i servizi di social networking per lavorare a un progetto comune e per scambiarsi e condividere informazioni, ma si può anche finire per contribuire all’incessante flusso di contenuti, in non pochi casi decisamente poco coinvolgenti e utili, e finirne vittime. Ecco, dunque, il proliferare di soluzioni sviluppate in ottica antisociale e per evitare che l’impiego degli strumenti messi a disposizioni da un social network pregiudichi la produttività aziendale e la creatività del singolo.

Freedom, per esempio, un’applicazione per la produttività che blocca l’accesso a Internet su Mac o PC Windows fino a 8 ore. Meno radicale è LeechBlock, un’estensione per il browser web Firefox che consente di bloccare quei siti che sottraggono tempo prezioso durante gli impegni di lavoro. Isolator, invece, è un tool per Mac OS X che permette di coprire tutte quelle icone e quelle finestre del desktop che possono distrarre mentre si lavoro su un documento. Altra applicazione per sistemi Mac è Anti-Social, software che consente di bloccare tutti i feed provenienti dai vari social network.

Autore: Andrea Galassi