La prossima rivoluzione industriale e tecnologica analizzata al World Economic Forum 2015: quale sarà, come e quando

Internet delle cose e stampanti 3D sempre più protagonisti.

Internet delle cose nel futuro.
 

Internet delle cose, big data, intelligenza artificiale e stampa 3D. Sono queste le risposte che il World Economic Forum ha ricevuto durante le discussioni intercorse con 800 esperti di ICT e dirigenti a cui è stato chiesto di anticipare quali saranno le tendenze a venire.

Tutti questi elementi, quindi, saranno probabilmente alla guida di una “rivoluzione” tecnologica che avrà alti impatti sulla società; non a caso la maggior parte degli intervistati ha detto di aspettarsi, entro il 2025, grandi passi in avanti per quanto riguarda i dispositivi indossabili, ma anche la produzione di veicoli e a motore stampati in 3D e di modelli auto senza conducente (che tra l’altro sono già in avanzato stato di sperimentazione).



A sorpresa, una percentuale delle risposte prevede anche che presto sarà possibile assistere al primo trapianto di fegato stampato proprio in 3D. Realtà o fantascienza? Difficile rispondere, ma certo è che gli studi vanno avanti e l’attenzione delle aziende tecnologiche si è da tempo spostata su questo tipo di innovazioni. Basti pensare a cosa ha dichiarato qualche settimana fa il presidente di Samsung Electronics Europe, YH Eom: "Samsung non guarda agli ultimi 5 anni, ma ai prossimi 5 anni”.

Gli ultimi anni infatti, e soprattutto il 2015, non hanno fatto registrare numeri esaltati per Samsung, che ora vuole respingere il piede sull’acceleratore degli investimenti. Lo farà appunto anche con l’internet delle cose e infatti all’IFA Samsung ha presentato uno stand in cui gli oggetti connessi e smart la fanno da padrone.

Del resto Eom è stato chiaro: “per il 2020 tutti i prodotti di Samsung saranno Internet of Things enabled. Ogni dispositivo, dalla lavatrice alla serratura di casa, sarà in grado di comunicare tramite Internet con altri prodotti, e potremo controllarli dovunque ci troviamo e con qualunque dispositivo”.