Internet, cellulari e mobile, ICT e imprese: il programma del Centro-Destra

Ecco la posizione sul versante dell'innovazione applicata alle tecnologie, alla cultura, al turismo, alla tutela dell'ambiente e all'efficientamento energetico.

Internet, cellulari e mobile, ICT e imprese
 

Mancano ormai 10 giorni alle elezioni politiche e il quadro sta diventando sempre più chiaro, almeno sotto il profilo dei programmi. Perché poi come si orienteranno gli elettori e cosa accadrà dopo le urne ovvero se si riuscirà a formare una maggioranza in grado di guidare il Paese, è tutto da scoprire. Rispetto al recente passato, da qualunque parti si osservi il panorama politico, lo spazio concesso alle nuove tecnologie ovvero ai temi strategici della diffusione della banda larga, dell'aumento del tasso di alfabatizzazione dei cittadini, del contrasto al digital divide e più in generale ai vari Internet, cellulari e mobile, ICT e imprese, è decisamente aumentato.

Il centrodestra e l'innovazione

Ebbene, sul versante dell'innovazione applicata alle tecnologie, alla cultura, al turismo, alla tutela dell'ambiente e all'efficientamento energetico, la posizione del centrodestra ovvero di Forza Italia è piuttosto chiara. I punto centrali sono la digitalizzazione della pubblica amministrazione, l'implementazione di un piano di ristrutturazione delle tecnostrutture e migliore utilizzo delle risorse per le nuove tecnologie per tutto il sistema delle imprese, con particolare riferimento alle piccole e medie, la piena diffusione delle infrastrutture immateriali e la restituzione di maggiore efficienza della produzione energetica e dei consumi nell'edilizia, nell'industria e nei trasporti.

In vista del voto del 4 marzo, Forza Italia ha inserito nel suo programma anche la promessa di puntare su tecnologie innovative applicate all'efficientamento energetico, sicurezza degli approvvigionamenti, sostegno alle energie rinnovabili, sostegno alle start-up innovative, anche attraverso la semplificazione del crowdfunding, sviluppo e promozione di cultura e turismo, Tutela dell'ambiente, risparmio energetico ed efficientamento della rete. Il tutto mentre secondo i dati più aggiornati, la total digital audience in Italia ha raggiunto 24,2 milioni di utenti unici online nel giorno medio tramite i dispositivi fissi e mobile, registrando un aumento dell'8,7% rispetto alla media del 2016.

In generale, gli italiani si sono collegati per circa 2 ore e 22 minuti al giorno, con una preferenza per la navigazione da mobile a cui sono state dedicate 2 ore in media per persona. Per quanto riguarda la provenienza geografica degli utenti online, risulta che hanno navigato il 47,4% della popolazione dell'area Nord-Ovest, il 48,7% dall'area Nord-Est, il 43,5% dall'area Centro e il 42,7% dell'area Sud e Isole che, con una variazione pari a +10,7% rispetto ai dati di dicembre 2016, registra un incremento ancora rilevante per la fruizione da mobile nel giorno medio.