Il primo blog online: 18 Luglio 1997

Esattamente 14 anni fa veniva rilasciata la prima piattaforma per realizzare blog. Da allora questi spazi web per comunicare si sono moltiplicati fino a oltrepassare la soglia dei 150 milioni.

I blog sono oltre 150 milioni
 

Ci sono alcuni nomi che rischiano di passare inosservati: Dave Winer, Jorn Barger e Peter Merholz. Tutti e 3 hanno legato la loro fama (ma solo relativamente la loro fortuna) ai blog. A vario titolo, ne sono i fondatori. Lo spazio web su cui ciascun utente può pubblicare notizie e commenti e far sentire la sua voce, si deve a una intuizione che risale a 14 anni fa esatti.

Il 18 luglio 1997 lo sviluppatore Dave Winer rilascia Frontier’s NewsPage, il primo software di comunicazione multimediale. Curiosamente non ha mai utilizzato la parola blog. Il primo che ne ha capito il senso e che può essere considerato il primo blogger del mondo è Jorn Barger. Il 23 dicembre 1997 si affida alla piattaforma di Winer per ritagliarsi un angolo del web tutto per sé in cui scrivere di caccia.

La coniazione blog appartiene invece a Peter Merholz che ha utilizzato una frase passata alla storia, “we blog”. Da lì il verbo to blog (bloggare, scrivere un blog) è finito nel dizionario. L’esplosione di questa forma di comunicazione ha segnato lo sviluppo del web. Attualmente i blog sono oltre 150 milioni e le piattaforme con cui crearli, come WordPress, si sono sempre più perfezionate.

Ma cosa ne pensa il pioniere Dave Winer dell’attuale prevalenza dei siti di social network? “A rendere Facebook grande è stato il fatto che è stato incubato nel mercato con veri utenti. È stato di fatto creato dagli stessi utenti. E si è trasformato in base al reale utilizzo. Prodotti come quelli annunciati da Google sono segretamente pensati in resort vicino Monterrey, e sono stati progettati per i bisogni della corporation che li ha creati. Una grande compagnia, piena di paura”.

Autore: Fabio Lepre