E-commerce in Italia cresce anche per prodotti largo consumo. Previsioni positive 2018-2019

Continua a crescere sempre più l’E-commerce in Italia e non solo e anche per i prodotti di largo consumo e le novità porteranno ad una ulteriore crescita futura

cresce Ecommerce Italia prodotti largo consumo Previsioni
 

Continua a crescere l’E-commerce in Italia che, stando a quanto riportano le ultime notizie, sarebbe cresciuto ben quattro volte più rispetto ai negozi tradizionali, attirando ogni anno sempre più milioni di amanti dello shopping. E le previsioni per il futuro dell'E-commerce sono ancor più rosee, per quanto possibile, dei dati attuali. Sembra, infatti, che nel 2018 e 2019 si registrerà una ulteriore crescita e c’è anche chi parla della possibilità che i negozi online arrivino, prima o poi, a sostituire del tutto i negozi fisici.

Del resto, i vantaggi offerti dagli acquisti online non sono pochi, dai prezzi più convenienti rispetto a quelli proposti dai negozi fisici, alla celerità della consegna, alla comodità di ricevere l’oggetto del desiderio direttamente a casa propria dopo averlo comodamente acquistato dal proprio divano.

E-commerce in Italia: cresce anche per prodotti di largo consumo

Secondo le ultime notizie, poi, l’E-commerce in Italia registrerebbe una netta crescita anche per i prodotti di largo consumo, con le vendite online in aumento quattro volte più velocemente di quelle offline, e, stando a quanto emerge da un nuovo report mondiale Nielsen ‘Future opportunities in Fmcg e-commerce, i prossimi anni vedranno una ulteriore crescita del canale e-commerce in riferimento ai prodotti di largo consumo, con le vendite globali totali che, secondo le previsioni, raggiungeranno i 400 miliardi di dollari americani entro il 2022.

Secondo Nielsen, a trainare la crescita dell’e-commerce nel largo consumo in futuro vi sarebbero le dimensioni del mercato, la penetrazione dei conti correnti bancari, la penetrazione di Internet e degli smartphone, la fiducia dei consumatori e la maturità degli operatori dell’e-commerce nel largo consumo.

E-commerce largo consumo: Paesi dove si acquista di più online

Con particolare riferimento ai Paesi dove la tendenza all’acquisto online sembra più diffusa, l’Italia si piazza al quarto posto per volumi di vendite online di prodotti di largo consumo con una quota dell’1,7%. Primi in classifica sono il Regno Unito, con il 6,3% dei prodotti Fmcg venduti online; la Francia, dove la percentuale si abbassa appena al 6,1%; e la Svizzera, dove la percentuale scende ancora fino all’1,8%. Subito dopo troviamo l’Italia, con una percentuale dell’1,7%, seguita dai Paesi Bassi (1,5%).

Con particolare riferimento all’Italia, per l’eCommerce sarà la previsione di crescita del valore degli acquisti del 15% in più rispetto al 2017, con un terzo di questi acquisti che sarà effettuato tramite smartphone. Una crescita, quindi, in linea con le previsioni anche in relazione a categorie e settori cui i consumatori sono pià interessati. Il mercato mostrerà, infatti, un maggiore interesse per l’informatica e l’elettronica (+18%), seguito da abbigliamento (+21%), editoria (+25%), food & grocery (+34%), beauty (+29%), arredamento e home living (+44%) e settore auto e ricambi (+26%). In crescita, del 5%, anche turismo e trasporti e il settore delle assicurazioni.

Stando alle previsioni, l’E-commerce è destinato a crescere ancora perché, come anche confermato dalle aziende italiane, nel prossimo decennio si potranno effettuare gli acquisti in molteplici modi, non solo tramite desktop e mobile, ma anche sfruttando le interfacce vocali come Siri, Cortana, Alexa, Google Assistant, etc. e gli assistenti che sfruttano l’intelligenza artificiale, come Echo di Amazon o Home di Google, che, sempre secondo le previsioni, saranno usati dal 56% delle aziende.