DNS pubblici gratuiti: i migliori da scegliere per navigare più veloci e sicuri

Google annuncia di aver raggiunto i 70 miliardi di richieste DNS quotidiane con il suo servizio, conquistando il primato sugli altri servizi disponibili.

google dns server google velocità
 

Se cercate i migliori servizi DNS del 2012, è molto probabile che passerete da Google, perché l'azienda di Mountain View ha annunciato con orgoglio di essere diventata il re della Rete con più di 70 miliardi di richieste DNS quotidiane. L'annuncio è stato dato dal software engineer di Google Public DNS Jeremy K. Chen che ha anche aggiunto: “da oggi non siamo più un servizio sperimentale”.

Il servizio Google Public DNS è stato lanciato da Big G nel dicembre 2009 con l'obiettivo di incrementare la velocità delle connessioni concentrandosi sul ruolo dei server. Dopo la fase di avvio in cui il servizio era rivolto agli Stati Uniti, ora gestisce traffico web su tutti contenti e sono stati aggiunti nuovi access point in luoghi in cui non erano ancora stati creati dei server per Google Public DNS, come Australia, India, Giappone e Nigeria.

Google offre il servizio di DNS più grande, ma esistono anche altre realtà per cercare i migliori DNS disponibili: Level 3, Open DNS, DNS Advantage, Open NIC, per fare qualche nome. Open DNS ha aumentato di numero i propri data center in Europa durante il 2011: prima Londra e Amsterdam, poi si è aggiunta anche Francoforte. Oltre a ottenere una maggiore velocità di navigazione, il servizio Open DNS consente anche di aggirare blocchi, vincoli e censure attuate da parte dei governi per controllare e limitare il traffico Internet. Open DNS, ad aprile 2011, gestiva circa 30 miliardi di richieste DNS ogni giorno (una cifra di parecchio inferiore a quella dichiarata in questi giorni per Google DNS).

Esistono inoltre programmi che permettono di cercare e trovare i server DNS più veloci e presenti nelle vicinanze: uno di questi è Namebench e pesa 5 MB. È sufficiente aprirlo e iniziare la ricerca, dopodiché si devono sostituire i DNS presenti nelle proprietà di connessione alla voce “Protocollo Internet (TCP/IP)” con quelli individuati tramite il programma.

Google ha realizzato anche Google DNS Helper, che permette di passare ai DNS della propria connessione a quelli di Google con facilità, rendendo il cambio di DNS una pratica non più utilizzata solamente dagli “smanettoni” ma accessibile a chiunque desideri migliorare le prestazioni della propria linea ADSL.