TV Full HD e digitale terrestre: consigli per scegliere modello per passaggio dall'analogico

Le risoluzioni in alta definizione. Le differenze tra un TV HD Ready e un Full HD. Cosa serve per la ricezione dei canali gratuiti e dei canali HD a pagamento del digitale terrestre.

 

Il passaggio dal segnale analogico a quello digitale terrestre comporta per i consumatori la necessità di dotarsi dei dispositivi atti alla ricezione e alla visione del DTT. Se, inoltre, si vuole godere di contenuti video in alta definizione, occorre scegliere un TV HD Ready o Full HD.

L’acronimo HDTV (High Definition Television) indica una tecnologia che include diversi formati video, che si differenziano per la risoluzione effettiva e per le modalità di scansione dell’immagine. In estrema sintesi, sono tre le risoluzioni in alta definizione disponibili sul mercato: 720p (1280 x 720 pixel con scansione progressiva), 1080i (1920 x 1080 pixel con scansione interlacciata), 1080p (1920 x 1080 pixel con scansione progressiva).

Per aiutare i consumatori nell’acquisto di un TV per il digitale terrestre e l’alta definizione, il consorzio DGTVi ha presentato tempo fa l’iniziativa Bollino DGTVi. Il bollino Gold è garanzia di un TV con sintonizzatore digitale HD integrato o di un decoder per l’alta definizione (es. TELE System TS7800HD) che permettono di vedere i programmi in chiaro e quelli a pagamento e di godere dei servizi interattivi.

Il bollino Silver indica un TV con sintonizzatore digitale HD per la ricezione dei programmi gratuiti in chiaro: per la visione delle pay TV è necessario acquistare una CAM. Per la ricezione dei canali HD (es. Mediaset Premium Cinema HD), però, è d’obbligo utilizzare le CAM CI+.

Autore: Andrea Galassi

Ultimi articoli correlati: