Siti web mobile per cellulari e tablet con nuovo algoritmo Google dal 21 aprile: cosa succederà. Miglioramenti e peggioramenti

Nei risultati del motore di ricerca Google premierà i siti ottimizzati per smartphone e tablet. Il nuovo algoritmo dalla prossima settimana.

Nuovo algoritmo Google dal 21 aprile
 

Ci saranno novità nei risultati del motore di ricerca di Google a partire da martedì 21 aprile 2015. Il nuovo algoritmo premierà i siti mobile friendly ovvero quelli ottimizzati per smartphone e tablet. Questo cambiamento - spiega la multinazionale di Mountain View. interesserà le ricerche mobile in tutte le lingue a livello mondiale e avrà un impatto significativo sui risultati. D'altronde la versione desktop di un sito potrebbe essere complicata da visualizzare su un dispositivo mobile per la necessità di ricorrere continuamente allo zoom per la lettura dei contenuti. Secondo Google si tratta di un discrimine che porta all'abbandono della consultazione del sito, da premiare o punire a seconda dei casi.

Dal 21 aprile, mette nero su bianco BigG. "l'indicizzazione delle app contribuisce ad accrescere l'utilizzo della tua app tramite Google. I link diretti alla tua app vengono visualizzati nei risultati della Ricerca Google su Android, in questo modo gli utenti possono accedere all'ambiente mobile nativo rapidamente e facilmente". I consigli di Mountain View sono di creare un sito facile da utilizzare per i clienti, di valutare l'efficacia del sito web in base alla facilità di completamento di attività comuni da parte dei clienti che utilizzano smartphone e tablet, di selezionare un modello, un tema o una struttura per dispositivi mobile che sia uniforme per tutti.

Attenzione a implementare il sito per dispositivi mobile su un dominio, sottodominio o sottodirectory diversi da quelli del sito desktop. Come spiegato, Google supporta diverse configurazioni, ma la creazione di URL separati aumenta la mole di lavoro necessaria per gestire e aggiornare il sito, nonché potrebbe comportare problemi tecnici. Da qui il suggerimento di utilizzare il Responsive Web Design (RWD) e pubblicare le versioni desktop e per dispositivi mobile in corrispondenza dello stesso URL.