TFA speciali: date inizio e requisiti presto in Gazzetta Ufficiale. Bene nuovo concorso-TFA ordinari

Si resta in attesa della pubblicazione del testo definitivo dei TFA speciali sulla Gazzetta Ufficiale. Poche conferme sul nuovo concorso scuola.

TFA speciali: date inizio e requisiti presto in Gazzetta Ufficiale
 

TFA speciali verso il loro inizio. Il Ministero dell’Istruzione ha inviato alla Corte dei Conti la risposta ai chiarimenti richiesti. Il cambiamento più relativo è quello relativo all’indicazione degli anni di attivazione dei percorsi che saranno tre (2012/13, 2013/14, 2014/15) e non due. Nulla di eccessivamente rilevante, dunque, ma questa attesa della pronunciata del tribunale contabile non ha fatto altro che allungare i tempi di individuazione delle date di inizio. Il prossimo passaggio sarà dunque la pubblicazione del documento in Gazzetta Ufficiale.

Come rilevato dal senatore Mario Pittoni, "il nuovo ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza, se lo riterrà opportuno, sarà in condizione di poter firmare un decreto ministeriale affinché si tenga conto dell’ultimo anno scolastico, attualmente escluso dall’intervallo temporale considerato per la maturazione del diritto di accesso ai TFA speciali". E ancora, "visto il ritardo accumulato per il varo del provvedimento sarebbe un’operazione di semplice buon senso. Invitiamo perciò il ministro a occuparsi della questione".

Il futuro del concorso scuola è invece ancora da scoprire. Da una parte si resta in attesa della conclusione delle prove scritte e, dunque, del completamento del calendario degli orali. Dall’altra non sono giunte ancora conferme di proseguire sulla strada concorsuale per il reclutamento di insegnanti anche alla luce della difficoltà di assumere, sin dal primo settembre, tutti gli oltre 11.500 vincitori del concorso attuale. A detta del ministro, “la scuola non è un costo, ma un investimento. La logica dei tagli lineari come pessima esperienza da non ripetere, addirittura la figura del maestro unico usata come esempio per indicare scelte sbagliate a cui occorre rimediare”.