IMU 2013: calcolo e compilazione F24 e bollettino postale prima, seconda casa, terreni, aziende

Scade fra una settimana il tempo utile per pagare la prima rata IMU 2013. Oltre 10.000 utenti di Internet hanno già scelto di affidarsi al simulatore online messo a punto da Webmasterpoint.

IMU 2013 Calcolo Acconto Compilazione F24 Bollettino Conto Corrente Postale Simulatore Online Come Fare
 

Entro lunedì 17 giugno, i contribuenti devono versare l’acconto dell’Imposta Municipale Propria per il 2013. In attesa che il Governo Letta proceda a un riesame completo della tassazione immobiliare, e che quindi intervenga con nuove normative di legge anche in materia di IMU, per calcolare l’acconto di giugno 2013 si possono prendere a riferimento le aliquote in vigore nel 2012.

Presso il sito web del Dipartimento delle Finanze è disponibile un servizio online che consente di accedere ai regolamenti e alle delibere adottate dai singoli Comuni.

Le aliquote vanno applicate alla base imponibile IMU. Per calcolare quest’ultima occorre innanzitutto conoscere la rendita catastale degli immobili su cui si paga l’acconto IMU 2013. A tal fine è possibile affidarsi al servizio Visure catastali online messo a disposizione dall’Agenzia del Territorio.

La rendita catastale va quindi rivalutata del 5% e moltiplicata per il coefficiente moltiplicatore della categoria catastale cui appartiene l’immobile: 160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A (tranne A/10), C/2, C/6, C/7; 140 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale B e per le categoria C/3, C/4, C/5; 80 per le categoria D5, A/10; 65 per la categoria D (esclusi i fabbricati di categoria D/5); 55 per i fabbricati di categoria C/1.

Si precisa che per le aree fabbricabili, la base imponibile IMU è pari al valore venale di commercio al 1° gennaio dell’anno di riferimento. Se la prima rata IMU 2013 è invece dovuta su un terreno agricolo, si deve fare riferimento al reddito dominicale rivalutato del 25% e ai seguenti coefficienti moltiplicatori: 110 per i terreni agricoli condotti direttamente; 135 per gli altri terreni agricoli.

Ottenuta la base imponibile, si applicano l’aliquota IMU e le eventuali detrazioni, quindi si divide l’importo per due al fine di conoscere la cifra dovuta in acconto.

Il passaggio successivo consiste nella compilazione del modello F24 o del bollettino di conto corrente postale approvato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. I contribuenti che scelgono di pagare la prima rata IMU 2013 tramite modello F24 possono seguire le istruzioni fornite dall’Agenzia delle Entrate, mentre chi preferisce utilizzare il bollettino di conto corrente postale può fare riferimento alle istruzioni disponibili presso il sito web di Poste Italiane.

Oltre 10.000 utenti di Internet hanno già scelto di affidarsi al simulatore online messo a punto da Webmasterpoint. Si tratta di uno strumento gratuito che permette di calcolare l’acconto IMU 2013 e di ottenere in automatico il modello F24 o il bollettino di conto corrente postale precompilati.