IMU 2013: pagamento F24-bollettino, calcolo, aliquote, scadenza, codici tributo. Come fare

Meno di una settimana all’appuntamento con l’acconto IMU 2013 dovuto su determinate tipologie di fabbricati. Ecco come procedere.

IMU 2013 Istruzioni Dettagliate Come Dove Quando
 

Il tempo stringe. La scadenza per il pagamento dell’acconto IMU 2013 è fissata per lunedì 17 giugno. A dover versare la prima rata IMU sugli immobili soggetti all’Imposta Municipale Propria sono i proprietari, i titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie), i concessionari di aree demaniali, i locatari in caso di leasing.

La IMU non è dovuta per tutti gli immobili. Il Governo Letta ha infatti sospeso il pagamento dell’acconto IMU 2013 per le seguenti tipologie di fabbricati: prima casa e relative pertinenze (una pertinenza per ciascuna categoria catastale C/2, C/6, C/7); unità immobiliari delle cooperative a proprietà indivisa adibite ad abitazioni principali; alloggi IAC; terreni agricoli e fabbricati rurali strumentali.

Si deve versare la prima rata IMU 2013 per le seguenti tipologie di fabbricati: abitazioni signorili, ville e castelli, e relative pertinenze, anche se risultano prima casa (categorie catastali A/1, A/8, A/9, A/10); seconda casa a disposizione, affittata, sfitta, in comodato gratuito a famigliari; capannoni e impianti industriali; aree fabbricabili; negozi e uffici; alberghi.

Per calcolare l’importo da versare in acconto entro lunedì 17 giugno 2013, i contribuenti devono fare riferimento alla rendita catastale, e alle aliquote in vigore nel 2012. Per conoscere la rendita catastale si può fruire del servizio Visure catastali online dell’Agenzia del Territorio. Per conoscere le aliquote e le eventuali detrazioni da applicare, ci si può invece affidare a un servizio online del Dipartimento delle Finanze, che permette di accedere alle delibere comunali. Ai fine del calcolo IMU è necessario disporre dei coefficienti moltiplicatori e rivalutare del 5% la rendita catastale.

Si consiglia di affidarsi al simulatore online messo a punto da Webmasterpoint. Con pochi passaggi, si ottiene in automatico l’importo da versare in acconto entro la scadenza di cui sopra. Non solo. Il simulatore online consente anche di ottenere il modello F24 e il bollettino di conto corrente postale precompilati. Documenti che possono quindi essere stampati per poi effettuare il pagamento della prima rata IMU 2013. Si ricorda che durante la compilazione vanno inseriti i codici tributo di riferimento.

Per pagare l’acconto IMU 2013, è possibile recarsi presso gli sportelli bancari o gli uffici postali, muniti appunto del modello F24, stampato in triplice copia. Il bollettino di conto corrente postale può essere utilizzato soltanto presso gli uffici di Poste Italiane. I contribuenti possono pagare la prima rata IMU 2013 anche attraverso servizi di home banking. Per i clienti BancoPostaOnline e BancoPosta Click c’è anche la strada dell’addebito in conto corrente.