Imu: calcolo online terreni agricoli con regole legge ufficiale

Nuove rivisitazioni dell’IMU, la nuova tassa sugli immobili che sostituisce la precedente ICI. Ecco alcuni strumenti per procedere al calcolo automatico.

Da quest’anno si paga l’IMU
 

Che sia più cara della precedente ICI non sembrano esserci dubbi. Ma gli ultimi ritocchi all’IMU, l’imposta sulla casa introdotta dal governo Monti, sono destinati a provocare qualche moderato sospiro di sollievo ad alcune ben distinte categorie. Le maggiori attenzioni sono state rivolte sull’agricoltura, sulle aree fabbricabili delle società, sugli immobili di interesse storico o artistico e su quelli posseduti da residenti all’estero o da anziani ricoverati in strutture di lungodegenza.

Sul web sono presenti alcuni strumenti per agevolare le operazioni di calcolo della somma da versare. In particolare, per quanto riguarda i fabbricati rurali non adibiti ad abitazione principale, è disponibile un semplice simulatore composto da tre voci: rendita catastale non rivalutata, percentuale di possesso dell’immobile, aliquota applicata sull’immobile. Analoga semplicità per il calcolo online dell’IMU per i terreni agricoli non coltivati direttamente ovvero immobili distinti da quelli a conduzione diretta. Anche in questo caso, i campi da riempire sono tre: reddito dominicale non rivalutato, percentuale di possesso dell’immobile, aliquota applicata sull’immobile.

Infine, ecco il modo per determinare automaticamente la prima e la seconda rata (acconto e saldo) dell’Imposta Municipale immobili per i terreni agricoli a conduzione diretta cioè coltivati direttamente da chi ne è proprietario. Le voci sono le solite tre: reddito dominicale non rivalutato, percentuale di possesso dell’immobile, aliquota applicata sull’immobile. Lo stesso sito mette a disposizione gli strumenti per il calcolo di ogni tipo di immobile come l’abitazione principale, la seconda casa, i fabbricati generici, negozi e botteghe, immobili industriali, banche e assicurazioni, uffici e studi privati, immobili strumentali, aree fabbricabili.

L’introduzione dell’IMU con relative aliquote ha acceso il dibattito politico. Una delle posizioni che sta facendo discutere è quella di Roberto Maroni, esponente della Lega Nord, che ha invitato a una vera e propria disobbedienza fiscale. Per il primo maggio è stata annunciata la giornata dell’obiezione fiscale: "Questo governo sta martoriando le famiglie e impoverendo i comuni e per questo serve una grande giornata di mobilitazione". E ancora, "siamo contrari alla tassazione della prima casa e dobbiamo dire chiaro che i fondi che i comuni raccoglieranno andranno a Roma e non rimarranno nelle casse locali. Si tratta di 9 miliardi di euro che saranno scippati ai comuni".