Skype in vendita? eBay potrebbero cederlo anche se il servizio VoIP non va male.

Secondo il Wall Street Journal, che cita ipotesi e speculazioni di esperti ed analisti, eBay sarebbe intenzionata a vendere Skype.

 

Secondo il Wall Street Journal, che cita ipotesi e speculazioni di esperti ed analisti, eBay sarebbe intenzionata a vendere Skype, il noto servizio che unisce le caratteristiche presenti nei client di instant messaging a un sistema di telefonate VoIP basato su network peer-to-peer. Ricordiamo che eBay aveva acquisito Skype, ideato da Niklas Zennström e Janus Friis, i padri di Kazaa, per circa 2,6 miliardi di dollari.

Sono diversi anni che si rincorrono le voci su una possibile cessione dell’asset da parte del gruppo che controlla il portale di aste on line più famoso al mondo. Voci che si sono perlopiù basate sulla considerazione di una discontinuità fra il core business di Skype e quello di eBay e sulle mancate sinergie e integrazioni fra i diversi servizi.

Ora i rumors tornano a farsi sentire perché John Donadohe, CEO di eBay, alcuni giorni fa, nel corso di una teleconferenza con gli analisti finanziari, ha pronunciato una frase che a molti è sembrata essere un indizio che presto si procederà davvero alla vendita di Skype. Donahoe ha definito il servizio come «un grande business stand alone», a rimarcare di nuovo la distanza e l’autonomia di Skype da eBay e anche da PayPal, l’altra sussidiaria del gruppo.

Tuttavia, ripetiamo, stiamo parlando di ipotesi e tutte le strade sembrano aperte. Secondo alcuni osservatori, inoltre, i dati dell’ultima trimestrale del gruppo evidenziano che a perdere terreno è stata proprio eBay, mentre PayPal e Skype hanno mostrato segno più.

Nello specifico, il portale d’aste on line ha registrato una perdita di fatturato del 6,6% e di utili del 31%, mentre i ricavi di Skype sono cresciuti del 26% e quelli di PayPal dell’11%. Perché, dunque, vendere proprio Skype, che segnala la performance finanziaria migliore? E, ancora, perché eBay dovrebbe cedere il servizio a una cifra che, stando alle stime degli analisti, al massimo raggiungerebbe i 2 miliardi di dollari, quando Skype è costata 4 anni fa oltre 2,6 miliardi di dollari, continua a macinare utili e vanta una platea di utenti di circa 400 milioni di persone?

Autore: Pierluigi Emmulo

Ultimi articoli correlati: