Scanner in 3D che fotografa gli oggetti internamente: migliaia le possibili applicazioni e scoperte

Nanotom è uno scanner a raggi X capace di realizzare fotografie tridimensionali ad alta risoluzione della struttura interna degli oggetti e di mostrare anche i particolari microscopici.

 

Rivoluzionare gli studi del terreno e della sua interazione con le piante. Velocizzare la ricerca di un modello di produzione alimentare e agricola sostenibile. Migliorare la qualità della ricerca scientifica nei più diversi settori, dall’ingegneria alla medicina veterinaria, dalle scienze agrarie e ambientali all’archeologia.

Sono le promesse applicative del Nanotom, uno scanner a raggi X di ultimissima generazione, capace di realizzare fotografie tridimensionali ad alta risoluzione della struttura interna degli oggetti e di mostrare anche i particolari microscopici, senza intervenire in modo invasivo. Nello specifico, il Nanotom è in grado di produrre immagini 3D con una risoluzione in pixel che arriva fino a 500 nanometri. Come spiega Emma Rayner, Media Relations Manager della University of Nottingham, l’ateneo che per primo ha adottato il nuovo dispositivo, il Nanotom rappresenta il più avanzato sistema di microtomografia computerizzata 3D a raggi X, un superscanner che aiuterà gli scienziati impiegati nei vari dipartimenti dell’università a vedere letteralmente attraverso i materiali solidi.

Il Nanotom viene fornito da GE Sensing and Inspection Technologies e fa parte di un nuovo progetto avviato dalla School of Biosciences dell’ateneo britannico, destinato a essere adottato anche da altre scuole e differenti settori di ricerca.

Il Nanotom, sottolinea ancora Rayner, è un potente strumento che avrà molte applicazioni nella ricerca e nell’industria in materia di Non-Destructive Testing (NDT) e di Non-Destructive Evaluation (NDE), ovvero nei test e nelle valutazioni non distruttive dei solidi, nelle misurazioni dimensionali, nei controlli e nei test per la localizzazione e l’analisi dei difetti di composizione.

Autore: Arianna Bernardini

Ultimi articoli correlati: