Auto che si guidano da sole: sempre più vicine. Google riceve brevetto

L'azienda di Mountain View ha dato notizia di aver acquisito un brevetto sui sistemi di controllo che permettono il funzionamento delle auto senza un uomo alla guida.

Auto che si guida da sola, la Toyota Prius con il sistema di Google
 

Google si è portata a casa un importante brevetto, ma questa volta ha poco a che vedere con smartphone e tablet o con algoritmi per il motore di ricerca. Si parla infatti di automobili o, meglio, delle automobili del futuro, quelle che si potranno guidare da sole, senza intervento umano.

Il brevetto dell'azienda di Mountain View riguarda il sistema di passaggio di un'auto dalla guida umana alla guida automatica, come avviene questo passaggio e come il sistema di controllo della vettura capisce dove si trova e in che direzione andare.

Il sistema prevede l'utilizzo di due sensori, uno che permette di fermare il veicolo (il brevetto parla di "landing strip", che potrebbe essere un segno al suolo o su un muro, anche in forma di QR code) e il secondo che consente di capire come ricominciare a muoversi.

L'ipotesi di un'automobile in grado di guidarsi da sola si avvicina? Non è ancora possibile fare ipotesi certe, ma Google è al lavoro su questo progetto ormai da alcuni anni, utilizzando intelligenza artificiale, tecnologia di Google Street View, sensori e telecamere. Due le auto scelte per la sperimentazione, una Toyota Prius e una Audi TT, che sono state in grado di percorrere 160.000 miglia con un controllo umano molto limitato e ben mille senza alcun intervento del pilota.

Uno dei fronti di ricerca più interessanti è la possibilità che l'utilizzo di queste auto riduca il numero di incidenti stradali, anche grazie ai tempi di reazione delle macchine, che potrebbero essere inferiori a quelli degli umani.