Testo nascosto, tecniche su come non essere penalizzati dai Motori di ricerca

Il testo nascosto in una pagina web è una delle sfide più appassionanti tra i webmasters ed i motori di ricerca. Gli spammers ad esempio sono soliti ricorrere a questo trucchetto per nascondere nella pagina web dei loro siti delle keywords accattivanti che che assolutamente non hanno niente a che vedere con i suoi contenuti reali. Altre volte invece può accadere che un webmaster nasconda del testo a sua insaputa, e che Google se ne accorga, penalizzandolo.

Alcuni trucchi per creare un testo nascosto

Le tecniche per far ciò sono molteplici, ed alcune si servono dei CSS, mentre altri non li richiedono. Eccone alcuni:

  1. Scrivere il testo dello stesso colore del background (è il primo trucco utilizzato dagli spammers, oramai Google ha creato i relativi "antidoti")
  2. Impostare font-size del testo a 0. Anche questa tattica è piuttosto vecchiotta e facilmente scovabile dai motori di ricerca.
  3. Usare una tag Noscript:

            <script type="text/javascript"> <!-- document.write("questo testo non è nascosto") //--> </script> <noscript>questo testo non è nascosto</noscript>
    
  4. Scrivere il testo in aree della pagina che risultano poco visitate, difficilmente notabili dagli utenti.

Nascondere testo tramite CSS

Più interessanti, le tecniche di occultamento testo tramite CSS, che risultano più difficili da scovare dai bot dei motori di ricerca. Ecco alcuni metodi:

  1. Specificare l' attributo display:none

            <div class="hiddentext" style="display: none;">Questo testo è nascosto</div>
    

    Così facendo il testo specificato non appare, e sembra che non ci sia. In realtà, è nell' HTML della pagina, ovvero nella porzione analizzata dai motori di ricerca per posizionare tale pagina.
  2. Specificare l' attributo visibility:hidden

            <div class="hiddentext" style="visibility:hidden">Testo nascosto</div>
    

    In cosa differisce da display:none? La differenza tra i due è che così facendo lo spazio della pagina occupato dal testo resta vuoto, mentre usando display:none, non occupa nemmeno spazio nella pagina.
  3. Usare il comando z-index per posizionare il testo in uno strato della pagina sottostante a quello standard. Ecco un esempio di codice:

            .hiddentext
    {
    position: absolute
    top: 120px;
    left: 250px;
    z-index: 0;
    }
    .visibletext
    {
    position: absolute
    top: 120px;
    left: 250px;
    z-index: 1;
    }
    

    La div "visibletext" è visibile solamente perchè ha un z-index superiore rispetto a quello impostato per la div "hiddentext"
  4. Utilizzare la tecnica del Fahrner Image Replacement, che funziona nell' immettere un' immagine sopra al testo HTML. Questa tecnica risulta molto solida e difficilmente scopribile dai motori di ricerca, perchè il testo non risulta nascosto. Potrebbe essere infatti sfruttato dal webmaster per impostare una didascalia all' immagine, utile agli stessi motori di ricerca. Insomma, potrebbe essere un accorgimento semplicemente volto a migliorare l' esperienza navigativa degli utenti.
  5. Posizionare il testo al difuori dell' area visualizzata sullo schermo:

            .hiddentext
    {
    position:absolute;
    left:0px;
    top:-500px;
    width:1px;
    height:1px;
    overflow:hidden;
    }
    

    Anche questo potrebbe apparire ai motori come un accorgimento per permettere la visualizzazione del testo a coloro che hanno una particolare risoluzione video.

Nascondere il testo in Flash

  1. Usare la tecnica Scalable Inman Flash Replacement (sIFR). Essa consiste nell' utilizzare Javascript per leggere un testo HTML e renderlo in Flash.
  2. SWFObject. A differenza della tecnica sopra-citata, non garantisce che il testo in Flash sia lo stesso del testo HTML. Questo lo rende malvisto dai motori di ricerca, che potrebbero penalizzarlo.

Creazione involontaria di testi nascosti

Ciò può accadere in diverse maniere ed in diverse circostanze. Molto comune è che il CMS utilizzato contenga di per se' alcuni testi nascosti. Ma, come già detto, non ci sono regole fisse, basti sapere che può accadere, a tutti.

Come scovare del testo nascosto

Come fa Google a scovare un testo nascosto ed a scovarne le intenzioni truffaldine? Non è di certo semplice, ma si è quasi certi che Google penalizzi un sito se vi trova:

  1. Testo con stesso colore del background
  2. Testo con font size a 0
  3. Utilizzo della tecnica SWFObject
  4. Testo con visibility:hidden
  5. Uso del comando z-index

Altri casi sono "ad interpretazione" , perchè Google scova del testo nascosto, ma può anche giustificarlo. Ecco alcuni casi:

  1. Utilizzo del CSS per impostare il posizionamento di un testo fuori dall' area di visualizzazione schermo
  2. Uso della tag Noscript
  3. Testo in una posizione difficilmente visibile
  4. Testo con attributo diplay:none
  5. Fahrner Image Replacement
  6. sIFR

Come si viene scoperti

  1. Impostando keywords incongruenti con i contenuti del sito
  2. Impostare troppe keywords nelle porzioni di codice nascoste ma ritenute legittime da Google
  3. Abusare di queste tecniche
  4. Se qualcuno segnala a Google la presenza di testo nascosto illegittimo nelle pagine del sito
  5. Se il sito viene controllato da un umano, anzichè da un bot



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

Ci sono 2 commenti
Anonimo
Leggo il titolo e già capisco la scarsa qualità questo articolo.
PS: Google esegue javascript e ha un filtro di visibilità per i fogli di stile (opacità, contrasto colori tra testo e background, dimensione font, posizione elementi, overflow, etc.. etc..).

Se non ti sgama oggi, prima o poi lo farà.

Anonimo
ma dove te la sei trovata che Google a fini SEOpenalizza SWFobject?? Swfobject fa parte di Google Code ed è usato dalla stessa Adobe!!!