Federico Riva
a- a+

Il pagerank (Seconda Parte)

Abbiamo detto che non tutti i link hanno lo stesso peso; ma che cosa ne determina il peso? I fattori, come sempre quando parliamo di algoritmi di motori di ricerca, sono molteplici.

1) pagerank del sito linkante
2) diluizione del pagerank proporzionato ai link in uscita (outbound link) dal sito linkante
3) attinenza dei contenuti del sito linkante con i contenuti del sito linkato
4) nome del link

Il primo punto è chiaramente di grande importanza; un inbound link di un sito acquista importanza in ragione del pagerank della pagina da cui proviene; se il sito linkante ha PR=0, possiamo stare certi che non avrà alcun influsso positivo sul posizionamento del sito linkato; se invece il sito ha unpagerank alto, è probabile che il suo influsso sarà importante; diciamo probabile semplicemente perché il pagerank di un sito può essere diluito dalla contemporanea presenza di altri link in uscita.

Per semplificare le cose, potremmo dire che una pagina a PR=5 che conta 5 link in uscita (da non confondere con gli internal links) distribuisce per ogni link il valore di 5/5, quindi di 1. Lesempio non è molto corretto perché potrebbe sembrare che essere linkati da un sito che ha PR=1 e un solo link in uscita sia la stessa cosa che essere linkati a una pagina a PR=5 e 5 link in uscita. Non è affatto così; una pagina a PR=1 è completamente ininfluente, mentre una pagina a PR=5 (anche se conta decine di link) dà un grosso contributo al miglioramento del pagerank della pagina linkata. Il motivo è semplice, la divisione che abbiamo succitato non è corretta; serve solo a dare unidea; nessuno sa infatti con certezza quale sia il rapporto fra link in uscita e PR di una pagina (per quanto riguarda la diluizione).

Finora abbiamo fatto un discorso semplicemente quantitativo; ma il valore di un link è anche qualitativo; se chiedete a qualsiasi SEO di una certa esperienza se un link da una pagina con PR=5 (e poniamo lo stesso numero di inbound link) con un un contenuto attinente col sito linkato sia equivalente a un link da una pagina dello stessopagerank, ma di contenuto differente, probabilmente vi dirà che non è così; vi dirà che un link da una pagina da un sito attinente o correlato ha molto più valore (a parità degli altri parametri).

A nostro parere questo è un rumor diffuso ad arte soprattutto dal personale dei motori di ricerca (soprattutto di Google) per cercare di evitare un commercio deregolamentato di link. Di fatto, con lattuale struttura dei motori di ricerca (che funzionano lessicalmente e non semanticamente), è impossibile per un search engine sapere se due siti condividono il medesimo argomento (anche se la tecnologia AdSense potrebbe dimostrare proprio il contrario); largomento è infatti un significato o un insieme di significati e ad oggi nessun motore di ricerca (nemmeno Google) è in grado di andare oltre il significante, ovverosia oltre lakeyword o keyphrase cercata nella query.



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Staff
Ti interessano altri articoli su questo argomento?
Chiedi alla nostra Redazione!