Federico Riva
a- a+

La scelta dell'hosting (il multiple IP)

Uno dei momenti più importanti, quando si sceglie di avviare o di continuare unattività in Rete è quella della scelta dellhosting e intendiamo qui per hosting la scelta dei server e della connettività che sono condizioni necessarie per fare sì che il proprio sito o i propri siti siano visibili nel World Wide Web.

Spesso lhosting (nella definizione che ne abbiamo dato e che comprende anche lhousing ovviamente) viene sottovalutato nella strategia che un proprietario di un sito applica per ottenere il massimo della visibilità, ma possiamo dire che questo è uno dei fattori off-page (ovverosia che non concernono quanto sta scritto sulle pagine web) tra i più importanti e per diversi motivi.

In primis, lhosting deve garantire una facile accessibilità al sito da parte dellutente. Un sito che si apre lentamente, che è spesso off-.line o che presenta problemi di connessioni saltuari dà una pessima immagine di sé e disturba seriamente il navigatore (lutente o potenziale utente del sito), impedendone la fidelizzazione.

E ovvio che la soluzione ideale per chiunque intraprenda unattività in Internet è quella di avere dei server proprietari e di avere una connettività che garantisca anche i picchi di accesso (per esempio nei momenti caldi della giornata o delle stagioni). E anche vero però che spesso ospitare un sito su proprie macchine può essere molto costoso e non sempre è necessario.

Nel caso quindi in cui non sia abbia la disponibilità per ospitare un sito su macchine proprietarie, la soluzione ideale è quella di affidarsi a un virtual sever; ciò significa ospitare il proprio sito su un server (una macchina) che ospita anche altri siti e che mette a vostra disposizione una porzione di quel server e una determinata porzione di banda. Lhosting vero e proprio (quello dove non è possibile avere un reale accesso alla macchina) è caldamente sconsigliabile, dal momento che non permette di eseguire anche operazioni elementari e può essere utilizzato quasi esclusivamente per siti statici (infatti normalmente non vi è accesso alla shell) e che non hanno grandi pretese di visibilità e di funzionalità.

Tutto quanto detto sinora è valido a prescindere dalle tecniche più recenti per indicizzare i siti.

Qualora lambizione sia quindi quella di indicizzare e posizionare più siti in maniera ottimale, il nostro consiglio è quello di affidarsi non solo a server (o virtual hosting) che abbiano una connettività potente e una grande capacità di disco fisso, ma soprattutto di affidarsi a società che mettano a disposizione IP multipli. Un server può ospitare più di un IP  e più server possono stare sotto lo stesso IP; nel caso in cui si sia interessati a pubblicizzare più di un sito e soprattutto nel caso in cui questi siti siano particolarmente numerosi (per esempio se si utilizzano domini di terzo livello che sono dei veri e propri siti indipendenti per portare traffico a un sito principale) è fondamentale avere a disposizione differenti IP. Questo è importante perché i più importanti motori di ricerca considerano negativamente siti linkati o correlati che risiedono sugli stessi IP o anche sulla stessa classe C di IP (ovvero gli ultimi tre numeri dellinternet protocol). In una prossima lezione analizzeremo ancora più a fondo questo tema che è di fondamentale importanza.

Nel caso in cui si abbia intenzione quindi di pubblicizzare decine o centinaia di siti (e intendiamo qui ovviamente anche i siti di terzo livello) è caldamente consigliabile distribuire questi siti su IP differenti, di modo che i motori di ricerca non abbiano limpressione di trovarsi di fronte a un unico sito con delle piccole differenze, ma a siti veramente diversi luno dallaltro.

Questa pratica di distinguere gli IP che ospitano i diversi siti anche quando questi appartengono al medesimo proprietario è perfettamente legittima ed evita che ci sia un rischio di penalizzazione o addirittura di banning (ovverosia di penalizzazione massima dei siti pubblicizzati) che potrebbe invece verificarsi qualora tutti i siti fossero ospitati non solo sulla medesima macchina (i.e. server), ma anche sul medesimo IP.

Avere più IP è certamente più costoso che averne uno solo (soprattutto con provider italiani), ma è senza dubbio una garanzia per un miglior posizionamento, soprattutto nel caso in cui questi siano fortemente linkati fra loro o appartengano al medesimo dominio di secondo livello.



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Luca
Ti è piaciuto l'articolo?