Marcello Tansini
a- a+

Come scrivere una pagina web? Contenuti, Fonti, Grafica, stili consigliati

Regole per scrivere una pagina web e meglio indicizzarla nei motori di ricerca.

Il mestiere della scrittura é arte, non semplice professione: bisogna sapere, conoscere, poter divagare e attrarre i propri lettori, riuscendo a farli immergere nei pensieri scritti.

E ogni forma di scrittura ha i suoi principi basilari, come ogni forma d’arte segue specifiche regole.

Poesie, romanzi, saggi si snodano attraverso liberi flussi di pensieri che si traducono in parole talvolta fantastiche, talvolta tese ad insegnare. Così, in questo dirompente e affascinante mondo della parola, al passo con i tempi che cambiano, con l’era digitale in cui viviamo, sono arrivate e si sono consolidate ormai da tempo ( anche se a dir la verità non da molti ancora seguite e rispettate) anche le nuove regole per la scrittura di pagine web, pratica decisamente differente rispetto a quella dedicata allo scrivere tradizionale.

Quali "regole", dunque, sono da rispettare, quali tecniche tenere in considerazioni quando si scrive un articolo o una pagina di presentazione qualsiasi su un sito web o blog?

Iniziando dall'alto della pagina, l'abstract ( o introduzione ) che segue il titolo di un articolo e ne sintetizza i contenuti è il miglior modo per convincere il lettore a cliccare e ad andare nella lettura della pagina.

Si parte da un assunto fondamentale: i lettori del web amano arrivare dritti al punto. Non leggono riga per riga, ma vogliono l’essenziale.
Sarà, dunque, un bravo scrittore del web colui che in appena 30 secondi riuscirà a catturare l'attenzione del lettore e per farlo bisognerà riempire la pagina di segnali che dicano immediatamente di cosa si parla e che rendano subito chiaro il contenuto.

Per arrivare a questo fine, chi scrive per il web si serve della grafica e dell'ipertesto. In una pagina Internet che si configura come una vera e propria mappa fatta di disegni, annunci, pubblicità, e corpo testi, il design è parte integrante del processo della scrittura: grafica e immagini vengono, infatti, a volte utilizzate come vere e proprie informazioni o per fornire ulteriori dati con l'utilizzo ad esempio di simboli. ( per esempio negli elenchi puntati )

Da ricordare sempre, inoltre, che sullo schermo, diversamente dalla pagina di un libro o di un giornale, si legge con
maggiore difficoltà, quindi meglio preferire testi brevi, dar vita a titoli esottotitoli chiari che colpiscano e creare un corpo testo diverso. Sul web, infatti, il testo cresce e si espande in profondità invece che in lunghezza.

Imparare ad usare l’ipertesto ( ed essenzialmente almeno inizialmente i link )  per chi scrive sul web non significa, però, spezzare un documento in tanti pezzetti e unirli, di schermata in schermata, ma significa chiedersi chi èil nostro lettore, cosa vuole sapere prima, cosa dopo, cosa ritiene più importante ecosa un dettaglio; significa organizzare l'informazione, scegliere i link e le immagini che facciano capire al lettore cosa troverà più avanti.

Non a caso la mansione di titolare un link è uno dei compiti più difficili per lo scrittore del web. Attenzione: nonostante il web sia un luogo infinito con cui confrontarsi e che a qualcuno magari può sembrare troppo vasto, mai dimenticarsi la cura editoriale nella stesura di un pezzo e, soprattutto, che nonostante scriviate in italiano, le potenzialità di espansione del contenuto di un sito sono alte e quindi il vostro scritto potrebbe essere tradotto anche in altre lingue. Occhio, dunque, ad usare le giuste abbreviazioni e le giuste sigle.

Per quanto riguarda la scrittura vera e proprio, magari sarebbe meglio preferire caratteri di scrittura tradizionali per trasmettere maggiore familiarità ai lettori e servirsi di una sintassi piuttosto semplice, frasi brevi e coincise.

Meglio utilizzare come font il Verdana e usare come colore il neretto, quello di default nei maggiori programmi di editing.
Usare i colori quando si vuole sottolineare qualcosa di veramente importante, ma cercare di limitarne l'uso proprio per evidenziarne l'importanza.

Non Usare mai il sottolineato e l'azzurro che sono le forme in automatico percepite nella mente del lettore come quelle dei link e tenderebbe solo a generare confusione.

Lo sfondo da previlegiare è il bianco anche se talvolta un giallo molto chiaro è pur consigliato.

Un’ultima raccomandazione: anche se è consuetudine sul web copiare, estrapolare, servirsi di altri pezzi in rete, è bene sapere che anche nel mondo web esistono le leggi sul copyright.

Tutto è protetto da copyright, a meno che l'autore non inviti esplicitamente a copiare e a diffondere liberamente i suoi testi con licenze di creative commos. Ma copiare mercamente non conviene, anche perchè si verrebbe immediatamente penalizzati dai motori di ricerca in grado di analizzare e scansionare ogni singolo paragrafo di una pagina internet e non farla comparire nelle serp se copiata ( anche solo per un 10% ).
Quindi, meglio ricorrere sempre alla propria fantasia e originalità. Del resto, è l’originale che non passa mai di moda e che , più concretamente, nel web, come nel caso di una rivista, attira i lettori, li fidelizza e lancia il passaparola su altri siti, blog e social network che spesso si trasformano in link al nostro sito web con un ulteriore beneficio per l'indicizzazione e il posizionamento sui motori di ricerca.



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Francesco
Hai dubbi su questo articolo?