Paolo De Feo
a- a+

Ritagliare (scontornare) foto con Photoshop CS5: nuova tecnica

Vediamo come funziona la nuova tecnica Truer Edge per scontornare le immagini.

Adobe Photoshop CS5 ci mette a disposizione diverse novità per accelerare le nostre operazioni di fotoritocco. Una lavorazione fotografica tipo è rappresentata dallo scontornare immagini. Se prima scontornare immagini con Photoshop era una pratica macchinosa e a volte anche contorta, oggi è possibile snellirla grazie alla tecnica nota come “Truer Edge”.

La tecnica Photoshop “Truer Edge” si basa sul nuovo engine del software che riconosce in modo ottimale zone immagine complesse come capelli, peli di animali e simili. In pochi e semplici click vi permetterà dunque di compiere qualcosa che in passato richiedeva molto più tempo.

Vediamo le operazioni da compiere.

Step 1 – Preparazione dell’area di lavoro

Possiamo testare la potenza di questa novità tecnologia elaborando una figura che presenta un dettaglio complesso classico: una persona con un folta capigliatura riccia e mossa. Importiamola nel nostro spazio di lavoro ed eliminiamo gli elementi che potrebbero risultare superflui, come il cielo e simili.

La pulizia dello spazio superfluo può avvenire in questo modo: tramite “maschera veloce”. Attiviamo la modalità “maschera veloce” e pitturiamo intorno alla figura umana. Possiamo compiere questa operazione anche di getto: il nuovo engine ci permetterà in futuro di eliminare eventuali errori o sbavature in modo pratico.

Step 2 – La figura umana “pulita”

Quando lasceremo la modalità “maschera veloce” la figura sarà avvolta da una selezione. La nuova tecnica di fotoritocco “Truer Edge” entra in ballo adesso: aggiungiamo una maschera di livello all’immagine, selezioniamola e clicchiamo sul tasto destro.

Dal menu scegliamo l’opzione “Migliora maschera”: da qui avremo accesso al set di strumenti “Truer Edge”.

Step 3 – Truer Edge in azione

Dal menu “Visualizzazione” (è il primo) scegliamo “Bianco e nero”. Tramite “Rilevamento bordo” rileveremo le parti grafiche eliminate dall’operazione di pulizia preliminare, come lo sfondo. Se il risultato finale non dovesse essere di nostro gradimento possiamo operare per ridefinire “Raggio” e “Margine”, sempre dallo stesso menu. Clicchiamo su OK per confermare il tutto (quando raggiungeremo un risultato che secondo noi è decente).

Insomma, questa novità ci permette di intervenire con rapidità e risparmio di tempo sulle nostre foto, due caratteristiche assolutamente fondamentali nel processo di lavorazione.



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Sara
Hai dubbi su questo articolo?