Redazione
a- a+

Chi registra più domini al mondo? E in Italia?

Quanti domini sono registrati nel mondo? Quanti ne vengono registrati di nuovi al mese? E quali sono le società, i register e gli hosting provider, che ne registrano di più?

Domande importanti per comprendere la tendenza di un mercato come quello dell' hosting (o per meglio dire della registrazione dei domini, poi vedremo il perchè di questa precisazione) relativamente giovane e che come tutti i "nuovi mercati" caratterizzato da veloci cambiamenti e da situazioni non sempre chiare.

Domande a cui viene data una risposta dal sito americano www.webhosting.info, "invenzione" del giovane indiano Bhavin Turakhia che da oltre 2 anni sta monitorando con precise metodologie statistiche il mercato delle registrazione domini a livello mondiale.

Occorre però stare molto attenti: per il momento lo sforzo del creatore di webhosting.info si è concentrato esclusivamente sulla registrazione dei domini "internazionali", ossia i .com, .net .org e i più recenti .biz, .info e .name senza, dunque, considerare i domini "locali" ossia i .de .fr o .it nel caso italiano.

Questo, ovviamente, può sfalsare o meglio limitare alcuni risultati, soprattutto in determinate nazioni, come la Germania dove i domini con suffisso locale sono i più diffusi.

Inoltre, a dispetto del nome stesso del sito, NON vengono considerati i domini con relativo spazio web (in hosting per l'appunto), ma solo i nomi di dominio registrati.

Quindi in queste classifiche NON compaiono solo le società che fanno hosting, ma anche quelle che semplicemente registrano nomi di dominio, senza offrire spazi web e relativi servizi aggiuntivi.

Si considerano quindi anche i domini in semplice "parking", ossia quelli registrati e bloccati per un futuro utilizzo.

Ma veniamo ai risultati, senz'altro molto interessanti.

A livello italiano Technorail.com (ossia www.aruba.it) risulta il maintener principale con ben 87.578 domini registrati (ricordiamo che si parla solo di .com, .net ed .org) distaccando di gran lunga Register.it (con 47.283 domini) e Tiscali (con 21,769 domini).

Al quarto posto vi è una società che a noi risulta essere sconosciuta, con sito irraggiungibile, tale " Tuttointernet.org".
Per spiegare questa stranezza, occorre considerare che i dati utilizzati da webhosting.info riprendono i dati presenti nei dns dei domini registrati. Quindi, probabilmente, i dns chiamati "Tuttointernet.org" appartengono ad una grande società che ha deciso, per i servizi di hosting offerti, di usare questo nome a livello di configurazione server.

Per vedere la classifica completa dei maintener italiani basta andare qui:
http://www.webhosting.info/webhosts/ctoplist/it

Nella tabella riportata su questa pagina si noterà anche la crescita o l'eventuale diminuzione del numero di domini a livello di trend mensile per ogni singolo maintener.

A livello mondiale, non vi è nessuna società italiana tra le primi 10, mentre ve ne sono ben 2 tedesche.
Il primo posto è occupato da Register.com con ben 1.533.448 domini, seguito a ruota da WORLDNIC.COM, che fino a circa 2 anni fa, aveva il "monopolio" della registrazione dei domini americani.

Da notare che Register.com, pur essendo la prima società nella top10 mondiale, ha il controllo del "solo" 4,6% del mercato mondiale, a testimonianza del fatto che il settore della registrazione dei domini risulta essere molto, molto frazionato.

La prima società italiana nelle classifiche mondiali risulta essere Aruba.it che occupa circa il 38 posto con un ottimo trend di crescita.

Un sito dunque da monitorare mese per mese quello del giovane Bhavin Turakhia, che permette, anche se parzialmente per tutti i limiti sopradescritti, di leggere il mercato mondiale della registrazione dei domini web e collegato ad esso la crescita più o meno accentuato della stessa Rete Internet.



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

Ci sono 1 commenti
AdoStací
e questo sempre actuale, o dove posso trovare attuali risultati? /scusa per errori, non sono italiano
grazie