Christian Castelli
a- a+

Introduzione al linguaggio di programmazione Python: cosa è? le caratteristiche? le funzioni?

Python è un linguaggio di scripting interpretato ed orientato agli oggetti, ideato da Guido van Rossum. E' stato concepito per esser chiaro e semplice, utile sia per creare programmi di grosse dimensioni e sia come collante fra le parti di diversi programmi.

Python è un linguaggio di scripting interpretato ed orientato agli oggetti, ideato da Guido van Rossum. E' stato concepito per esser chiaro e semplice, utile sia per creare programmi di grosse dimensioni e sia come collante fra le parti di diversi programmi.

Per cominciare a vedere come funziona Python avrete bisogno di due semplici cose:

Come al solito si comincerà con il presentare il classico esempio che stanpa del testo sullo schermo. L'esempio che segue va incollato in un file di testo. Si noti che la prima riga è valida per i sistemi unix-like:

#!/usr/local/bin/python #questa linea va inclusa in ogni programma

print "Hello World!"

Per mettere in pratica quanto visto, copiate il programma qui sopra e salvatelo in un file hello.py. A questo punto dalla shell (o il prompt dei comandi per gli utenti Windows) digitate il comando python firstprogram.py. Dovete assicurarvi di poter visualizzare le estensioni sul vostro sistema operativo, altrimenti Notepad (per gli utenti Windows) potrebbe salvare il programma come semplice file di testo.
Riguardo al codice precedente, avrete notato la prima linea #!/usr/local/bin/python: questo specifica al vostro computer dove è situato l'interprete di Python. Ovviamente è possibile poter richiamare tale eseguibile da qualsiasi punto del vostro filesystem una volta che avete settato a dovere le variabili d'ambiente.
La linea print "Hello World!" dice al computer di stampare la stringa fra virgolette sul vostro monitor. Se volete stampare più linee, fate in questo modo:

#!/usr/local/bin/python #questa linea va inclusa in ogni programma

print "Prima stringa"
print "Seconda stringa"
....

Nel codice soprastante abbiamo lavorato con la funzione print. Questa era seguita da del testo compreso fra virgolette, a cui ci si riferisce con il termine di statement. Il testo presente nell'argomento viene definito stringa. La combinazione del comando e dell'argomento viene anch'essa definita come statement. E' possibile lavorare anche con i numeri e compiere semplici operazioni matematiche (ovviamente anche di più complicate):

#!/usr/local/bin/python #questa linea va inclusa in ogni programma

print 1 + 1
print 10 ** 2
....

Il codice soprastante presenta due semplici espressioni matematiche in cui nella seconda viene usato l'operatore di esponenziazione, producendo il risultato 100. E' possibile combinare testo e numeri in questo modo:

#!/usr/local/bin/python #questa linea va inclusa in ogni programma

print "Si sa che 2 + 2 fa " , 2 + 2

Producendo come risultato:

Si sa che 2 + 2 fa 4

Avrete notato che lo statement qui sopra ha due argomenti : uno è rappresentato dal testo e l'altro dall'espressione matematica. Quando usate più di un argomento, dovete separarli attraverso una virgola. Notate come l'espressione 2 + 2 non sia circondata da virgolette: se lo fosse stato, l'interprete l'avrebbe considerata una stringa e avrebbe concatenato le due stringhe producendo un risultato differente.
Qui sotto riportiamo una tabella con gli operatori matematici in Python: 

Operatore

Simbolo

Esempio

Addizione

+

2+2 == 4

Sottrazione

-

4-4 == 0

Divisione

/

12 / 3 == 4

Moltiplicazione

*

2 * 4 == 8

Esponenziale

**

10 ** 2 == 100
(il secondo numero rappresenta l'esponente, il primo la base)

Modulo

%

17 % 4 == 1.
(ritorna il resto di una divisione).

Quando lavorate con delle espressioni matematiche notate che se non usate cifre decimali otterrete sempre degli interi: ad esempio la divisione 14 / 3 darà come risultato 4, mentre 14.0 / 3.0 darà 4.66666666667. In aggiunta a quanto detto, è possibile dare precedenza ad alcune espressioni attraverso le parentesi tonde, per cui 3 * 2 + 2 farà 8, mentre 3 * (2+2) farà 12.

I commenti

Come avrete notato, la prima linea di tutti i programmi presentati fin'ora aveva il simbolo # seguito da del testo. Questa tipologia di testo viene detto commento e quando Python incontra tale carattere, passa ad interpretare la linea di codice successiva. I commenti sono utili per lasciare appunti riguardanti la logica che sottende al vostro codice, utile per voi stessi e per altri programmatori che metteranno mano sul vostro codice.


Conclusioni

In questo breve articolo abbiamo presentato questo potente linguaggio, raccomandato da hacker famosi come Eric S. Raymond come possibile primo linguaggio da imparare per i neofiti che si affacciano per la prima volta all'affascinante mondo della programmazione.



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Sara
Hai dubbi su questo articolo?