Ingegna
a- a+

Variabili

In JavaScript abbiamo le variabili ed i valori: le prime vengono adoperate per memorizzare informazioni di vario tipo, utilizzabili per eseguire diverse operazioni, i secondi, contenuti all’interno delle variabili, sono parte di un’informazione (i tipi di valore più conosciuti sono i numeri). Esistono i valori stringa costituiti da una o più parole fra virgolette. Ad esempio, alla variabile mioNome viene assegnata la stringa “Ingegna”, avremo quindi mioNome=”Ingegna”.

Il nome della variabile può essere formato da lettere, cifre e dal carattere _ (underscore) e non può contenere spazi o punteggiatura, è importante inoltre ricordarsi che c’è differenza tra maiuscole e minuscole, questo significa che mionome è diverso da MioNome e da mioNome.

Per dichiarare le variabili ci sono due metodi: assegnare il valore al nome della variabile;

utilizzare la parola chiave var.

Le variabili si distinguono in:

-          locali: sono visibili solo all’interno del blocco, e quindi nella funzione, che le utilizza;

-          globali: sono definite all’esterno di tutte le funzioni (nel corpo principale) e sono visibili in tutto il nostro script, e sono sempre disponibili.

I tipi di variabili predefinite sono:

-          Integer: numero intero;

-          Floating Point (virgola mobile): numero decimale;

-          Boolean: i due valori True (vero) e False (falso).

Stringhe: sequenza di caratteri racchiuse tra apici, ad esempio “Benvenuti”, “Ingegna”, “WebMasterPoint”...

 



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Redazione
Condividi le tue opinioni su questo articolo!